The Nevers: avventure in salsa steampunk vittoriano.

Salve a tutti!!!

Eccomi di nuovo qui  per parlarvi di una serie TV, che sta andando in onda su Sky nelle ultime settimane. Nel momento in cui sto scrivendo sono ferma alla 4° puntata, mentre la serie dovrebbe essere composta da 12 puntate, suddivise in due parti, quindi per adesso ne vedremo solo 6. Spero che non ci facciano aspettare troppo per le altre!

La serie in oggetto è “The Nevers”. Una serie, piuttosto attesa, che vedeva il ritorno in campo televisivo di Joss Whedon, il creatore dell’ iconico telefilm  “Buffy” (di cui tra l’altro sto facendo un lento re-watching), “Angel” il suo spin-off, regista di “The Avengers“, “Justice League” e molto altro. Whedon però a novembre ha abbandonato il progetto a causa delle accuse mossogli da attori con i quali aveva lavorato negli anni passati e che lo avevano accusato di comportamenti sessisti e piuttosto offensivi. La sua mano nel progetto, però c’è e si vede, almeno fino a questo punto.

 

La serie è ambientata nella Londra di fine 800, ma mescola l’ambientazione storica a quella fantastica, più precisamente steampunk ( ricorda un po’ vagamente un’altra serie che ho molto amato,Carnival Row , anche se lì c’è un’ambientazione più cupa con una Londra in stato di guerra).

Dopo una strana apparizione nei cieli della città, di cui però nessuno ha memoria (forse), alcuni cittadini , prevalentemente donne, ma anche alcuni uomini, si risvegliano con dei poteri particolari, e vengono visti con sospetto dalla società. “I toccati“-così vengono chiamati coloro che hanno acquisito questi poteri- , non sono visti di buon occhio, e quindi perseguitati. Molti di loro troveranno un porto sicuro nella scuola della vedova Amalia True, dove, insieme alla stramba e dolce, inventrice Penance Adair,ci si prodiga per dare accoglienza ai “toccati”. Mrs True ricorda molto l’eroina ammazzavampiri creata da Whedon; come lei combatte, mena botte da orbi e sembra avere una missione da portare a termine. Ha anche la capacità di vedere flash di situazioni che devono ancora accadere. Miss Adair invece è colei che ci delizia con le più strane invenzioni grazie al suo potere di “vedere” schemi di energia elettrica e di utilizzarli nelle sue creazioni.

Insieme a loro altri personaggi si muovono in questa storia; la ricca filantropa Miss Lavinia Bidlow, che finanzia l’orfanotrofio, ma che sembra anche avere altri interessi più pericolosi nei confronti dei “toccati”, suo fratello Augustus “Augie”, timido e insicuro, anche lui toccato dalla capacità di comandare con la propria mente i volatili, il suo amico licenzioso e dedito ad ogni depravazione Hugo Swann, L’Ispettore Mundy, burbero e alcolizzato, ma con un forte senso morale, Lord Massen, che teme i toccati e vorrebbe schierare contro di loro l’esercito, la folle Maladie, che semina il terrore nelle strade di Londra. Poi ci sono tutta una serie di “toccati” che vivono nell’istituto e giusto per citarne alcuni: un bambina gigante, una ragazza che parla ogni volta in una lingua diversa, una cantante dalla voce sublime e magica, una donna dal tragico passato che ha il potere di distruggere tutto ciò che tocca, un medico che riesce a far guarire solo con un tocco delle sue mani e molti altri ancora.

Le nostre eroine, per proteggere i loro simili dovranno vedersela con più personaggi che cercano di sterminare la loro specie o studiarli con raccapriccianti esperimenti, o trarne profitti, ma anche loro, specialmente Mrs True, hanno qualcosa da nascondere, qualcosa di misterioso, che emerge a poco a poco durante le puntate.

The Nevers non è una serie con grandi tematiche innovative: donne forti protagoniste, esseri umani con poteri particolari. ambientazione vittoriana, tutti temi già visti in moltissime altre serie tv, ma in ogni caso la trovo una serie davvero piacevole da seguire, che mi ha affascinato fina dalla prima puntata, con dialoghi brillanti, bellissime e curate ambientazioni e personaggi accattivanti a cui non si può fare a meno di affezionarsi, anche grazie alle convincenti interpretazioni!
Su tutte Laura Donnelly nel ruolo di Amalia, attrice che già avevo apprezzato nel ruolo di Jenny Fraser Murray, la sorella di Jamie Fraser in “Outlander” , un’altra donna davvero forte e coraggiosa, una prova davvero convincente che la vede nel ruolo della predestinata per un’importante missione, ma con un alone di mistero che dissemina piccolissimi indizi ad ogni puntata.

Aggiungiamo poi quel tocco steampunk con ombrellini che danno scariche elettriche e carrozze che si trasformano in strane macchine, e anche per la storia in generale che incuriosisce e tiene alta l’attenzione; tutto questo ne fa attualmente la serie che più mi ha preso, e che aspetto con ansia di settimana in settimana! (in realtà c’è anche un’altra serie, che come si suol dire “mi ha mandato in fissa” e della quale mi sono “bevuta” le tre stagioni andate in onda, ma ve ne parlerò tra qualche giorno :p )

Quindi vi consiglio questa serie, molto molto carina, e non mi resta che aspettare le ultime due puntate della prima parte della prima stagione!!!

Published in: on 09/05/2021 at 11:37  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://angolinodichiara.wordpress.com/2021/05/09/the-nevers-avventure-in-salsa-steampunk-vittoriano/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: