Voci nella nebbia di A.E. Pavani, un thriller italiano tutto da scoprire e gustare!!!

Bentornati!!! Oggi vi voglio parlare di un libro uscito lo scorso anno, ma che ho letto solo ora e che ho finito da pochi giorni, un libro che mi ha tenuta incollata alle pagine dall’inizio alla fine!!! Si tratta di “Voci nella nebbia” di A.E. Pavani, bravissima autrice italiana, qui al suo primo thriller, ma non nuova alla scrittura, in quanto ha già pubblicato con lo pseudonimo di Kathleen McGregor vari libri di avventura, in particolare la saga del Mar dei Caraibi, storie avventurose cha hanno per protagonisti affascinanti corsari!

Sono rimasta colpita anche da questa nuova veste dell’autrice, prima con il breve racconto “L’anello di giada” pubblicato dopo questo romanzo, ma che io ho letto prima e che potete leggere gratuitamente su Amazon, e poi da questo libro, che come ho detto è davvero coinvolgente!

La trama:

Immagina un’isola rigogliosa, e cinque bambini che rubano una barca per visitarla. Immagina una nebbia improvvisa, che tutto avvolge. E lì, nello strano sottobosco, immagina un albero illuminato dal sole, e le foglie che scintillano e vibrano alla brezza, riempiendo l’aria di un suono crepitante.

Solo che non sono foglie: sono fotografie.

Fotografie di occhi.

Gli stessi occhi che, diciannove anni più tardi, affollano gli incubi di Lisa Harding, detective della Omicidi di Londra. Delle ultime settimane Lisa ricorda poco. I colleghi le raccontano che è stata assalita, che ha rischiato di morire, ma mentre cerca di ricostruire l’accaduto, riesaminando il caso di omicidio su cui stava indagando, Lisa si rende conto che i lampi frammentari nei suoi sogni sono più antichi, memorie sopite di un’estate lontana in riva a un piccolo lago fra le montagne del Trentino, che portano con sé dettagli sempre più inquietanti: il cadavere di una donna su un’isola tetra e una bambina mai più tornata. Lisa è certa che anche quei ricordi siano legati al killer a cui sta dando la caccia, e decide così di tornare in segreto al paese di quella lontana vacanza, senza immaginare che qualcosa di terribile si agita ancora nelle acque del lago.

L’azione prende il via in Trentino, in una delle sue tante valli, nel 1999 dove troviamo 5 bambini che partono per un’avventura, “non autorizzata” dai genitori. Ma quella che nasce come una marachella, si trasformerà preso in un terribile incubo. L’inizio è veramente travolgente, il ritmo è incalzante e ci ritroviamo insieme ai bambini su quest’isola misteriosa, piena di nebbia, dove i giovani assisteranno a qualcosa che li spaventa, e che li segnerà per la vita e dove forze misteriose agiscono in maniera sotterranea. Dopo il primo capitolo non si può davvero non andare avanti! L’azione si sposta poi a Londra, 19 anni dopo, dove la detective Lisa Harding, una dei bambini, viene ferita durante un’indagine a cui stava lavorando. Ben presto a Lisa, durante la sua convalescenza, torneranno in mente i ricordi di quell’estate, che lei aveva relegato in un angolo della sua mente, e scoprirà un particolare che lega tutti gli eventi: la sua aggressione, il delitto su cui stava indagando, e quello che accadde anni prima sull’isola. Decide così di partire per il Trentino e indagare.

Tra razionalità e mistero, ci troveremo coinvolti nella storia insieme a Lisa, conosceremo anche la maledizione della strega, una donna che viveva nella valle nel 1600, che darà un tocco di paranormale al romanzo e il cui racconto si intervalla con brevi capitoli ai capitoli della storia principale e si intreccia con essa. Durante tutta la storia saremo sempre in bilico tra il credere alla soluzione razionale, o cedere alla soluzione paranormale, e gli elementi sono perfettamente bilanciati all’interno della trama. Vi posso assicurare che tutti i misteri verranno svelati, e ci sarà per tutto una spiegazione logica, ma quel pizzico suspence legata al lato paranormale rimane, conferendo al libro quella marcia in più.

Il libro si legge veramente tutto d’un fiato, la scrittura è precisa e incalzante, la trama ben congeniata, tutto si incastra alla perfezione senza sbavature, e il filo si dipana piano piano lungo le pagine, ricomponendo il complicato puzzle. Grazie alle vivide descrizioni ci troviamo immersi anche noi nei boschi del Trentino, passando dalle giornate luminose a quelle buie e piovose, e ci sembra quasi di sentire intorno a noi l’atmosfera nebbiosa e quasi onirica del lago.

Personalmente ho davvero apprezzato questo libro, un thriller un po’ dal taglio televisivo “a stelle e strisce”, ma con una ambientazione tutta italiana, dove si mescolano realtà e mistero, leggende locali, segreti incoffessabili e dove c’è anche uno spaccato della società umana, sia nei fatti che coinvolgono la “strega”, sia nei fatti moderni, che mi hanno fatto un po’ pensare a tante storie di cronaca che, purtroppo, invadono i nostri giornali.

Come ho detto, già conoscevo l’autrice per un altro tipo di storie, e devo dire, che anche in questo genere non mi ha affatto delusa. Un libro che consiglio, che si legge senza fatica, ma che saprà tenere alta la vostra attenzione fino alla fine…e ci farà anche chiedere se rivedremo la detective Harding!

 

Published in: on 12/02/2021 at 11:08  Lascia un commento