Una giornata a Firenze.

Son passati un bel po’ di anni dall’ultima volta che ho visitato Firenze. Ci sono stata 4-5 volte,sia per un giorno,sia per un paio di giorni con la gita scolastica e altre volte per conto mio. Qualche mese fa mi è presa la voglia improvvisa di tornare a fare una gira in questa splendida città e complici i buoni prezzi del treno prenotato con molto anticipo mi sono concessa insieme a tre amici una toccata e fuga di una giornata per goderci una passeggiata nella culla del Rinascimento. Per forza di cose in una giornata si può solo passeggiare e vedere monumenti e chiese senza soffermarsi ovviamente nei numerosi musei.Così, partiti intorno alle 9 da Roma siamo arrivati verso le 10.30. Prima tappa la Chiesa di Santa Maria Novella,a due passi dalla stazione.Il tempo di qualche foto in esterno,perché di comune accordo con gli amici abbiamo preferito non spendere soldi per entrare nelle chiese( ebbene si per entrare in determinate chiese si paga un biglietto e io trovo questa cosa assurda.Passi il biglietto per i musei delle chiese,per i chiostri,ma per l’interno della chiesa,anche se la chiesa stessa di per se è un museo-tipo Santa Croce- trovo che sia veramente una cosa antipatica.Lungi da me fare polemiche sulla chiesa, non sonop il tipo e non è questo il luogo,ma penso che i luoghi di culto debbano essere fruibili gratuitamente da chi va a visitare le città d’arte) ci siamo diretti verso il Duomo e il Battistero. Purtroppo questo era ricoperto da impalcature per il restauro quindi non si godeva pienamente delle sue porte,le due più famose,la porta Est quella fatta da Lorenzo Ghiberti dopo la vittoria di un concorso comunale,e la porta del Paradiso sempre del Ghiberti. Al Duomo invece si può entrare gratuitamente e ci sono anche le visite guidate,così ne abbiamo approfittato facendo un po’ di fila per visitare la splendida Santa Maria del Fiore,ascoltando la storia della sua costruzione e quella della splendida cupola del Brunelleschi.Finita la visita al Duomo ci siamo diretti verso Santa Croce,altra meraviglia fiorentina,unica chiesa per la quale volevo fare eccezione pagando il biglietto di entrata,ma complice l’ora di pranzo e la lunga fila ho rinunciato.Per arrivare a Santa Croce una breve sosta presso la Casa del Sommo Poeta non poteva mancare,e anche alla Chiesa di Orsanmichele una chiesa davvero molto bella. Ormai giunta l’ora di pranzo,prima di procedere verso Piazza della Signoria ci siamo fermati una trattoriola un po’ defilata dal centro dove abbiamo gustato uno bella fiorentina!Io e la mia amica in realtà abbiamo fatto inorridire il cuoco perché la volevamo bedn cotta. Il problema è che la carne troppo al sangue mi fa impressione,cioè la mucca era quasi viva quando ce l’hanno portata,io mangio di tutto,ma così proprio non ce la facevo!! :p Il cuoco diceva che avevamo rovinato la bistecca,ma io l’ho trovata ugualmente buona.
Finito il pranzo siamo andati a Piazza della Signoria-una delle piazze più belle d’Italia-e dopo una bella sessione di foto tra Palazzo Vecchio-anche nel cortile interno del palazzo- e la Loggia dell’Orcagna ci siamo diretti attraverso il Corridoio Vasariano verso Ponte Vecchio, lasciando gli occhi nelle botteghe degli orafi che riempiono il caratteristico ponte. Attraversato Ponte Vecchio il nostro obbiettivo era Piazzale Michelangelo e San Miniato al Monte,da dove godere di una meravigliosa vista di Firenze.In tutte le mie visite non c’ero mai stata e quindi ci tenevo particolarmente. Certo Piazzale Michelangelo non è niente di che, è anche molto piccolo come èpiazzale (meglio il Gianicolo,non me ne vogliate fiorentini :p ) ma la vista che si gode è meravigliosa. E ancora più bella quella dall’Abbazia di San Miniato-un complesso meraviglioso sia esternamente che internamente- con la lunga scalinata che porta alla chiesa.Dopo esserci rifatti gli occhi con la vista dall’alto della città siamo riscesi con l’autobus fino in centro e ripercorso a ritroso il percorso fatto la mattina fermandoci anche al Mercato Nuovo dove c’è la famosa statua del Porcellino,che vuole la tradizione porti fortuna se gli si accarezza il muso. Io una bella strofinata l’ho data,hai visto mai!!!
Ormai la giornata era quasi finita,ci siamo presi qualcosa da mangiare in treno e siamo andati in stazione per tornare a casa. Certo è stata proprio una toccata e fuga,Firenze merita sicuramente un ritorno di più giorni,specie per i miei amici che la vedevano per la prima volta,ma è stata comunque una giornata bellissima e divertente in mezzo ai tesori dell’arte italiana.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci
Published in: on 26/05/2014 at 20:23  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://angolinodichiara.wordpress.com/2014/05/26/una-giornata-a-firenze/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. E’ una città meravigliosa.

  2. stupenda firenze ❤ la porto bel cuore


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: