Serie Tv: The paradise e Mr Selfridge, grandi magazzini a confronto.

E’ da un po’ che volevo parlare di queste due serie tv che hanno iniziato la loro messa in onda lo scorso anno sulle reti inglesi(Mr Selfridge è stato trasmesso anche in Italia da Diva canale del pacchetto Sky) e che sono giunte alla loro seconda stagione(The Paradise va attualmente in onda, Mr Seflridge tornerà prossimamente).
La cosa che accomuna le due serie è l’ambientazione: infatti entrambe si svolgono all’interno di quelli che sono stati i primi grandi magazzini aperti in Inghilterra,ma mentre The Paradise è ambientato nel 1870, con Mr Selfridge ci troviamo già ai primi del ‘900.

The Paradise

1308_1_para_90

The Paradise (qui la deliziosa sigla http://www.youtube.com/watch?v=DKkxEZxdvLY ) è stata presentata come la risposta BBC a Downton Abbey, ma niente ha a che vedere se non l’ambientazione nel passato. Credo che la bellezza delle prime stagioni di Downton siano ineguagliabile,ma a suo modo anche The Paradise ha saputo conquistare il publico e personalmente, l’ho trovata una serie gradevole. Ispirata all’opera di Emile Zolà “Au bonheur des dames” (Il paradiso delle signore) la serie prende il via quando Denise, arrivata in città per andare a lavorare nella sartoria dello zio,trova la situazione del parente poco rosea, in quanto proprio davanti al suo negozio ha appena aperto un grande magazzino “Il Paradise” che ha compromesso gli affari dei piccoli negozianti della zona. Denise però ha bisogno di lavorare e troverà il suo posto proprio dal “nemico”. Qui conoscerà il proprietario. Mr Moray, uomo affascinante dal misterioso passato (la morte tragica della moglie avvenuta proprio durante i lavori di costruzione del negozio aleggerà come mistero durante tutta la stagione) del quale presto si innamorerà, ricambiata; le altre commesse, i capi-reparto e la fidanzata ufficiale di Moray, Mrs Glendenning, appartenente a quell’alta società che ancora ama vestirsi presso sartorie private, artigiani locali ecc e non comprando prodotti in serie presso i grandi magazzini. Attraverso le avventure di questi personaggi, assisteremo a questo scontro sociale, al cambiamento del modo di fare “shopping” della media e alta società, e vedremo come accanto alle vendite il Paradise affianchi anche eventi promozionali,pubblicitari e spettacolari per attirare l’attenzione pubblica. Trovo di questa serie molto belle le scenografie,i costumi e la fotografia molto calda,soprattutto con i colori caldi e accoglienti del grande magazzino, che personalmente trovo un bellissimo salotto dove perdersi facendo spese. Guardando con occhi moderni posso dire che non sono un’amante dei centri commercieli, non mi piace neanche farci spese, preferisco ancora i piccoli negozi, ma se i centri moderni fossero come Il Paradise penso farei un’eccezione e mi farei convincere anch’io da quel tipo di vendita, perchè trovo l’ambiente veramente favoloso 😀 .
Al momento la serie è in onda con la 2° stagione,che però non ho ancora visto, e che spero mantenga le premesse della prima che è sicuramente piacevole e consigliata da seguire.

Mr Selfridge

Mr.-Selfridge-pbs.org_

Mr Selfridge invece è la risposta Itv a The Paradise ed è una co-produzione anglo-americana che prende ispirazione da un personaggio realmente esistito,l’americano Henry Selfridge,conosciuto in Inghilterra e non solo per aver fondato la catena di grandi magazzini Selfridge & Co, presente in Gran Bretagna con quattro negozi.Sicuramente più guascone di Mr Moray, Selfridge è un personaggio istrionico e roboante,che fa della vendita uno spettacolo e anche il suo grande magazzino offre spettacoli e intrattenimenti,ed eventi culturali per attrarre il pubblico che ancora(nonostante siano passati trent’anni dall’ambientazione di The Paradise) non si convince ad acquistare in negozi del genere e che comunque può andarci incuriosito dagli eventi proposti e poi valutarne le offerte.  Come ci spiega una nobildonna nella prima puntata:“Gente come noi non è abituata ad andare a fare spese. La consideriamo una cosa poco elegante. Un gentiluomo andrà dal sarto, una signora farà venire la sarta, e così via”, e Selfridge saprà con le sue idee ,cambiare questa mentalità:considerato un visionario, saprà creare, con il suo modo di fare un nuovo modo di fare shopping, che dura ancora oggi. Anche qui, l’aspetto sociale e la sua evoluzione verranno raccontati attraverso le avventure del protagonista,delle persone che lavorano con lui e della sua famiglia.

Rispetto a The Paradise però ho trovato Selfridge un po’ inferiore, più fredda come serie. Farò un esempio stupido, ma solo il paragonare l’ambientazione, il Paradise così caldo e avvolgente,con il freddo Selfridge’s prototipo di quei magazzini moderni che vediamo ancora oggi,tutto bianco e lineare,fa propendere la mia preferenza più per la prima serie che per la seconda, oltre ad altri aspetti come ad esempio il preferire il misterioso Moray all’istrionico Selfridge che catalizza la scena a mio avviso lasciando poco spazio agli altri personaggi(anche se in effetti la serie prende il nome proprio da lui e quindi è dedicata a lui :p ),mentre The Paradise è una serie più corale, nonostante abbia i suoi protagonisti, dà spazio in egual misura a tutti e la preferisco per questo aspetto. Nonostante questo comunque Mr Selfridge è una serie ben interpretata e che comunque ci offre uno spaccato dell’epoca,un’epoca di cambiamenti sociali(come già abbiamo visto anche in Downton Abbey a cui questa serie è più vicina cronologicamente) che si notano anche dal modo di fare shopping.

Aspettando comunque di vedere la 2° stagione di entrambi e come proseguirano gli eventi di queste serie che trattano lo stesso argomento vi lascio col quesito: a voi quale è piaciuta di più?

Alla prossima!

Annunci
Published in: on 01/12/2013 at 15:01  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://angolinodichiara.wordpress.com/2013/12/01/serie-tv-the-paradise-e-mr-selfridge-grandi-magazzini-a-confronto/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. Non commento mai,ma la vostra pagina la seguo assiduamente 🙂 Troppo contenta per RS,l’ho visto meno di due settimane e fa e quello non era proprio un finale -.- meno male che già avevo saputo che ci sarebbe stata una 3° stagione!

  2. E’ vero dobbiamo ringraziare i canali minori tra virgolette! Ho esultato, tipo tifo da stadio, quando ho saputo che LaEffe avrebbe trasmesso Nord e Sud della BBC o Ripper Street su GialloTV ma ora…il deserto!! Perciò collaboro attivamente sui social network come FB https://www.facebook.com/pages/Noi-che-vogliamo-vedere-i-Period-Drama-della-BBC-sulle-reti-Italiane/161676220545440?fref=ts e Twitter e con gioia grazie a loro abbiamo vinto una battaglia….Ripper Street tornerà per una terza serie!! http://www.radiotimes.com/news/2014-02-27/power-to-the-people-ripper-streets-revival-shows-just-what-fans-can-do
    Mi sento quindi di dire…coraggio #savetheparadise tutti insieme https://twitter.com/search?src=typd&q=%23savetheparadise
    https://www.facebook.com/pages/Save-The-Paradise/457567304372539?fref=ts
    firmiamo e condividiamo…. http://www.change.org/en-GB/petitions/bbc-we-want-series3
    Ciao 🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: