Augusto. Mostra alle Scuderie del Quirinale

Nel bimillenario della morte (19 agosto 14 d.C) le Scuderie del Quirinale dedicano una mostra a colui che cambiò le sorti della Repubblica e della storia di Roma:Augusto, primo imperatore romano.Pronipote, poi figlio adottivo ed erede di Giulio Cesare, Augusto fu colui che pose fine, grazie ad un eccezionale intuito politico e ad una forte e carismatica personalità, a decenni di lotte politiche e riuscì dove aveva fallito il suo predecessore, inaugurando così una nova stagione politica:l’Impero.

Il suo principato è il più lungo che la storia di Roma ricordi e durò oltre 40 anni, e sotto di lui l’Impero raggiunse la massima espansione  estendendosi in tutto il bacino Mediterraneo, dalla Spagna alla Turchia, fino alla Grecia e alla Germania.

La mostra delle Scuderie,con una selezione di circa 200 opere,propone un percorso che intreccia la vita privata e la carriera politica del princeps con il formarsi di una nuova cultura e di un nuovo linguaggio artistico che sono tutt’oggi alla base della civiltà occidentale.

Pezzo forte della mostra sono le statue di Augusto riunite per la prima volta insieme che lo rappresentano nelle massime cariche dello stato: L’Augusto pontifex maximus da Via Labicana,conservato a Napoli, che rappresenta l’imperatore nella sua veste di capo “spirituale” e l’Augusto detto “di Prima Porta” dei Musei Vaticani, con la splendida lorica intarsiata simbolo del potere politico. Quest’ultima è esposta accanto al suo modello classico il famosissimo Doriforo, statua che rappresenta per eccellenza la perfezione scultorea dell’età classica.

Altri pezzi importantissimi della mostra sono la testa bronzea trovata a Meroe(Nubia,Egitto) proveniente dal British Museum di Londra e il gruppo dei Niobidi riuniti per la prima volta, provenienti probabilmente da una decorazione negli Horti Sallustiani e suddivisi in vari musei dopo le campagne di scavo.

Accanto alle sculture che la fanno da padrone abbiamo eccelsi documenti di arte decorativa e piccoli manufatti come una nutrita selezione degli argenti del Tesoro di Boscoreale eccezionalmente in prestito dal Louvre  e preziosissimi cammei provenienti da musei vari,magistrali rappresentazioni del potere delle immagini nel mondo antico.

A fine mostra l’inedita costruzione di 11 rilievi facenti parte di un monumento funebre in onore di Augusto eretto presso Nola e dove si narra lo scontro di Azio,il trionfo ad esso seguito e il corteo funebre del princeps.

Attraverso tutto questo ripercorriamo la vita e la carriera di Augusto,che oltre ad essere un fine politico seppe anche sfruttare un’attenta propaganda per colpire i suoi nemici e valorizzare la sua persona. La sua epoca,dopo la fine delle guerre civili, fu abilmente presentata come un’epoca di pax,pietas e concordia e questi concetti divennero fondamentali e cantati anche dai poeti(Virgilio,Orazio ecc) che gravitavano intorno al circolo di Mecenate amico e protetto dell’imperatore, oltre che ripresi anche dalle arti figurative. E tutto questo oggi è possibile riviverlo rivivendo la personalità di questo grande personaggio e la sua epoca attraverso questa bellissima mostra che vi consiglio assolutamente di non perdere.

Annunci
Published in: on 11/11/2013 at 16:31  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://angolinodichiara.wordpress.com/2013/11/11/augusto-mostra-alle-scuderie-del-quirinale/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: