Natale di Roma 2013:una conferenza in Campidoglio e Il Museo della civiltà Romana.

Anche quest’anno, in occasione del Natale di Roma, molti sono stati gli eventi che hanno caratterizzato la ricorrenza, talmente tanti che ho dovuto fare una scelta e rinunciare ad esempio al Corteo Storico che si è tenuto questa mattina domenica 21 aprile in Via dei Fori Imperiali. In compenso ho però visitato il Museo della Civiltà Romana all’Eur(i Musei civici di Roma per la giornata di oggi erano ad ingresso gratuito) e partecipato ieri pomeriggio in Campidoglio ad un’interessante conferenza dal titolo “Il fascino della gladiatura tra degrado ed erotismo“. Di questa e poi del Museo andrò a parlarvi oggi:

“Il fascino della gladiatura tra degrado ed erotismo” si è tenuta ieri pomeriggio in collaborazione con l’Università di Tor Vergata e il Gruppo Storico Romano con interventi del prof. Romolo A. Staccioli che ci ha parlato del Ludus Magnus,la più grande scuola di gladiatori di Roma e delle recenti scoperte avvenute in quell’area,proponendo anche un’interessante iniziativa per valorizzare il sito e creare una sorta di Museo della gladiatura,cosa che ritengo davvero interessante; a seguire intervento del prof. Mariano Malavolta che ci ha parlato dell’Auctoramentum,vero e proprio patto di sottomissione (queste le parole di rito:  iuro per (nome della divinità sulla quale si giurava) me uri vinciri verberari virgis ferroquenecari et quidquid aliud iusseris vel invitum me pati passurum”  – Giuro per (nome della divinità) di sopportare di essere bruciato legato frustato con le verghe eucciso con la spada e di sopportare qualunque altra cosa ordinerai anche contro la mia volontà” ) che uomini liberi,anche rampolli di classi elevate stringevano con il lanista ( o con il lenone,l “impresario delle prostitute”  o con l’impreario teatrale per chi voleva fare l’attore), per provare l’ebrezza della ribellione e di attività proibite e considerate tra le più basse e degradanti (appunto andavano a fare i Gladiatori, o gli attori,oppure matrone di provato lignaggio che divenivano prostitute per non sottostare alle ferreee leggi della morale romana e questi erano i lavori considerati i più degradanti e di basso livello ). In seguito abbiamo avuto la prof. Anna Pasqualini che ci ha parlato del rapporto tra la gladiatoria e le donne,il fascino che i gladiatori esercitavano sulle donne romane di tutte le classi, tanto che abbiamo una storia narrata da Giovenale che ci parla di una certa Eppia,moglie di un senatore,che abbandona marito e figli per seguire un gladiatore di cui si è invaghita,ma anche il caso di Faustina moglie di Marco Aurelio,che aveva un “debole” per un gladiatore;ma abbiamo anche le eccezioni di donne “guerriere” di cui troviamo  menzioni letterarie in Tacito e Petronio e testimonianze figurate come la stele di Alicarnasso, conservata al British Museum. Infine un intervento di Franco Salvatori sulla rievocazione storica come attrazione culturale e da inseriere nel circuito delle visite culturali per i turisti che visitano la Capitale,e il tutto intervallato da letture e poesie sulla nascita di Roma, tratte da Pascarella e altri autori.

Per quanto riguarda invece il Museo della Civiltà Romana, che si trova in zona Eur a Roma,  va detto che collezioni sono suddivise in ben 59 sezioni articolate su due percorsi di visita: il primo, cronologico, offre una sintesi storica di Roma dalle origini al tardo impero; il secondo, tematico, documenta una ricostruzione analitica della civiltà romana nei suoi vari aspetti, da quelli inerenti alla vita pubblica a quelli riguardanti la vita quotidiana. Attraverso le opere esposte sono illustrati i temi dell’abitazione e dell’arredamento, della vita familiare, della scuola, dei giochi dei bambini, dell’alimentazione, degli spettacoli e degli svaghi e sono inoltre ricostruiti altri aspetti essenziali alla comprensione della complessa società dell’antica Roma, quali l’agricoltura e la pastorizia, l’artigianato, la medicina, la musica, l’arte, la religione.
Le sale oltre a raccogliere reperti quali statue,sarcofagi,stele e iscrizioni, accolgono anche plastici riproduttivi di monumenti, palazzi, ma anche attrezzi di vita quotidiana o di uso militare,come ad esempio le riproduzioni di torri d’assedio,arieti e baliste usate da Cesare per la conquista della Gallia.In un excursus che va dalla fondazione di Roma,con le origini mitologiche,da Enea a Romolo e Remo, per arrivare fino alla Roma tardo-imperiale e già con l’influsso del Cristianesimo (vediamo in esposizione il Sarcofago di Giunio Basso ad esempio che è uno dei più antichi sarcofagi con scene cristiane a noi pervenuti e un capolavoro della scultura classicista cristiana del IV secolo ). Il pezzo forte poi ci aspetta alla fine del percorso,il grande plastico di epoca costantiniana posizionato a livello seminterrato, e di cui si può si può godere una vista totale dal ballatoio sovrastante che lo circonda su tutti i lati, ci fa vedere la riproduzione di tutti i monumenti di Roma all’epoca dell’Imperatore Costantino e la grandezza di Roma, facendo contrasto con il plastico (più piccolo) che invece troviamo ad inizio esposizione dove viene riprodotta la Roma arcaica dei tempi della fondazione, e ci si perde in un viaggio virtuale tra i monumenti riprodotti in scala,che il visitatore come in un gioco cerca di riconoscere e di ricollocare mentalmente nel tessuto urbano moderno.Il Museo è davvero un perfetto viaggio nella storia di Roma, e se non fosse per la zona decentrata in cui si trova potrebbe essere anche per i turisti  un punto di inizio per poi tuffarsi nella visita vera e propria delle vestigia antiche della città.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Annunci
Published in: on 21/04/2013 at 17:35  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://angolinodichiara.wordpress.com/2013/04/21/natale-di-roma-2013una-conferenza-in-campidoglio-e-il-museo-della-civilta-romana/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: