Sulla via della seta,antichi sentieri tra Oriente e Occidente-Mostra al Palazzo delle Esposizioni

Bellissima mostra,purtroppo in via di chiusura,vista ieri al Palazzo delle Esposizioni.Ero convinta che la mostra finisse a fine aprile,ma evidentemente mi sono confusa con le date di qualche altra mostra e così ieri mattina,in un clima decisamente primaverile ho deciso di andare a vederla ad una settimana dalla chiusura.Sono rimasta veramente contenta di questa mostra,molto bella e interessante.Al Palazzo delle Esposizioni mi è capitato a volte di vedere delle mostre deludenti,ma altre volte molto belle come questa appunto. La cosa che più mi piace degli allestimenti delle mostre che si tengono qui sono le ricostruzioni degli ambienti,l’allestimento scenografico che viene dato per valorizzare l’esposizione.Ricordo di una mostra sugli Etruschi in cui nel grandissimo androne del Palazzo avevano ricostruito un tempio e in occasione di questa mostra l’allestimento scenografico non è stato da meno.Al centro dell’esposizione ci sono ad attenderci una carovana di tre cammelli riprodotti a grandezza naturale,mentre in ogni sezione l’allestimento scenografico e le ricostruzioni sono davvero belle:passiamo ad esempio da una ricostruzione della città di Xi’an a quella dell’oasi di Turfan immergendoci realmente nell’ambiente da cui provengono i reperti esposti in mostra.

La mostra ripercorre attraverso 7 sezioni,  il lungo viaggio da oriente verso occidente nel periodo tra il VII e il XIV secolo d.C, che si snodava lungo le vie carovaniere rappresentando la moltitudine di culture che animavano appunto la cosidetta Via della Seta attraverso la ricostruzione di quattro città simbolo: Chang’an, l’odierna Xi’an, la capitale cosmopolita della dinastia cinese dei Tang; Turfan, città-oasi del deserto del Gobi; Samarcanda, grande centro mercantile e culturale; e infine Baghdad, capitale del mondo islamico e sede del califfato.Altre due sezioni ci mostrano il commercio via mare e l’influenza che i commerci con l’Oriente hanno avuto nella cultura italiana del 1200-1300.Questa sezione creata appositamente per l’esposizione italiana ripercorre i rapporti che sono intercorsi tra città come Genova e Venezia e l’influenza “orientale” sulle arti del periodo,con alcuni quadri in cui ritroviamo dipinte,sete,tessuti e motivi di chiara derivazione orientale.

I reperti,vari e di molti tipi da statuine in ceramica,piatti,tessuti,manufatti di uso comune e altri di più valore, sono accompagnati da pannelli esplicativi e anche in alcuni casi da panelli interattivi con rumori suoni e altri con i quali il pubblico può “giocare”,come ad esempio l’esposizione dell’astrolabio,attraverso il quale si può procedere al calcolo dell’ora attraverso le stelle,oppure la sezione in cui troviamo riprodotti gli odori di spezie e olii provenienti dall’Asia.

Una mostra che stimola davvero tutti nostri sensi non solo la vista.

 

Annunci
Published in: on 04/03/2013 at 18:47  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://angolinodichiara.wordpress.com/2013/03/04/le-vie-della-seta-mostra-al-palazzo-delle-esposizioni/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: