Les Misérables

les_miserables_ver11

Quando lessi che avrebbero  girato una nuova versione de “Les Misérables” con questi attori,mi dissi subito che sarei andata a vederlo, visto che si tratta di una storia immortale e tra le più belle mai raccontate. Poi ho scoperto che non si trattava di film classico ma di un musical e la cosa mi ha reso un po’ titubante fino all’ultimo. Ormai avevo deciso, avevo letto anche delle belle recensioni, ma restavo sempre un po’ combattuta per  il semplice fatto che non amo molto i musical, o meglio non so quanto avrei potuto apprezzare un film tutto cantato. Calcolate che nei film Disney, a parte  i classici datati, quando c’è qualche canzone penso: ” mmmhh un po’ troppo lunga, quando finisce?”, quindi con un film interamente cantato per di più in inglese,  bhè avevo paura che mi sarei annoiata. E invece la sorpresa , la meraviglia,  uno dei film più belli che siano apparsi sullo schermo negli ultimi anni,  tratto dall’immortale romanzo di Hugo si,ma anche da un musical che tiene la scena da ben 30 anni! Premetto subito di portarsi una scorta di fazzoletti, perché il film suscita emozione e commozione e in certi punti è davvero impossibile trattenere le lacrime. E tutto questo è merito delle splendide musiche e della bravura degli attori che hanno davvero dato una prova eccezionale,tutti dal 1° all’ultimo!Personalmente ho un debole per  il bel Hugh Jackman che qui ha dato veramente una grande prova dimostrando  di non essere solo bello. Da brividi, pur avendo lavorato nel film per più o meno 30 minuti(forse anche meno) la bravissima Anne Hathaway nel ruolo di Fantine,  in un’interpretazione struggente che a mio modesto avviso meriterebbe l’Oscar. Russell Crowe ha interpretato un personaggio estremamente antipatico, e il fatto che l’attore mi sia antipatico già di suo (si, non lo sopporto,non mi piace e neanche ne “Il gladiatore”-bellissimo film per carità-mi ha fatto sospirare come invece è avvenuto per tante altre estimatrici, rischio spesso il linciaggio quando lo dico ma tant’è!) ha dato ancora più valenza al personaggio dell’ispettore Javert spiccando soprattutto nei suoi assoli piuttosto che nelle parti cantate\recitate. Calcolando che tutti loro non sono cantanti, credo che abbiano dato prova di essere attori versatili e adatti ad ogni ruolo capaci anche di improvvisarsi cantanti, prendendo lezioni di canto per riuscire bene nella parte. Note di merito anche per i “giovani”:Eddie Redmayne\Marius,che ha dimostrato già di essere un ottimo attore ne “I pilastri della terra” ed altre serie e miniserie inglesi,la dolce Amanda Seyfried\Cosette,e la bravissima Samantha Barks attrice e cantante che ha portato l’intensità di una struggente Eponine dal polcoscenico teatrale dove ne è lei stessa l’interprete, agli schermi cinematografici. Ho trovato un po’ troppo macchiettistica l’interpretazione dei Thénardier, che hanno dato una vena un po’ comica al film durante i loro interventi.

Il film è tutto questo e anche di più: le canzoni coinvolgenti, emozionanti e trascinanti,la bravura degli interpreti, ed è anche le bellissime scene di massa (la scena finale è stupenda) e i primi piani intensi sui volti dei protagonisti che imprimono tutta la loro carica emotiva nei personaggi. In due ore e mezza di film, che scivolano via velocemente, vengono trattati i temi di une dei libri più importanti della cultura europea e mondiale,dai temi sociali come la povertà, l’ingiustizia, la miseria, la fame negli strati più bassi della società, ai temi politici come la lotta per la libertà, la lotta al nuovo regime monarchico della Restaurazione a soli 30 anni o poco più dalla Rivoluzione Francese. Poteva essere un ennesimo bel film su questo meraviglioso libro, e invece ne è uscito qualcosa di più, qualcosa a cui il termine “capolavoro” calza a pennello, che forse più di tutti gli altri film precedenti riesce a toccare l’anima dello spettatore e a coglieri i temi del romanzo. Penso che ai prossimi Oscar meriterebbe più di un riconoscimento, ma la vedo dura contro il “Lincoln” di Spielberg e il film sulla cattura di Bin Laden..spero di sbagliarmi e speriamo che per una volta gli americani siano un po’ meno “nazionalisti”.:D

Annunci
Published in: on 08/02/2013 at 10:07  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://angolinodichiara.wordpress.com/2013/02/08/les-miserables/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: