Il libro che non ti aspetti: Un’Aquila nel cielo di Wilbur Smith

un_aquila_nel_cielo

David Morgan sembra aver ricevuto dalla sorte tutte le fortune più desiderabili: è giovane, bello, unico erede di un impero economico immenso. Ma una sola è la sua vera passione: volare, librarsi con il suo aeroplano nei cieli africani, libero come un'”aquila nel cielo”. Improvviso e travolgente, sarà poi l’amore per Debra, scrittrice israeliana di successo, che aprirà davanti a lui la strada verso un nuovo futuro. Per difendere il legame che li unisce, a dispetto di ogni avversità e di un destino che pare accanirsi contro di loro, David, dovrà “scendere sulla terra”, e lottare mettendo in gioco tutto se stesso…

Il libro di Wilbur Smith che non ti aspetti.Mi era stato suggerito un paio di anni fa,mentre aspettavo in fila proprio per un incontro con l’autore,da un’altra lettrice che lo aveva amato moltissimo e me ne aveva parlato in toni entusiastici.Una storia assolutamente romantica e bellissima che lascia per un po’ (almeno per la prima parte del libro) l’ambientazione africana e ci porta in Israele,paese di cui David,il protagonista del libro -rampollo di una ricchissima famiglia che ha tutto dalla vita,soldi,bellezza,ma anche quel senso di inadeguatezza che lo fa fuggire dalle sue responsabilità-abbraccia la causa,diventando uno dei migliori piloti dell’aviazione israeliana. I motivi della sua scelta risiedono oltre che nel retaggio lasciatogli da sua madre,anche nell’amore per la giovane Debra,aspirante scrittrice e ragazza piena di idee e vitalità,conosciuta durante una vacanza. Ma il destino sarà particolarmente duro con i due che dovranno affrontare prove terribili,ma riusciranno grazie al loro amore a trovare “un posto per loro”. Fermo restando che ho trovato alcuni passaggi del libro un po’ frettolosi(vedi il repentino arruolamento di David,e si,sinceramente anche un po’ il finale),penso che questo sia uno dei libri più belli e commoventi di Wilbur Smith,incentrato principalmente sulla storia d’amore,ma non con meno azione e avventura rispetto ad altri. Sicuramente è uno di quei libri che mi ha fatto passare mezza lettura con la mano sulla bocca per smorzare i singhiozzi della commozione che provavo scorrendo le pagine,soprattutto quando si trattava di leggere della terribile sciagura che colpisce David e tutto quello che prova il ragazzo dopo il suo incidente.Un libro di tanti anni fa,ma che non smentisce la grandezza di questo autore che rimane sempre il mio preferito in assoluto e che mi fa ricordare quella frase che dice: capisci di aver letto un buon libro quando giri l’ultima pagina e ti senti come se avessi perso un amico.

Piccola postilla del giorno 2\2\2013: Questa mattina presso la libreria Nuove Europa ai Granai,centro commerciale di Roma,l’autore Wilbur Smith ha incontrato il suo pubblico e presentato il suo ultimo libro uscito il 31\1\2013 “Vendetta di sangue”. Non era la prima volta che incontravo Wilbur Smith,ma l’emozione è stata unica e forte,tanto più che questa volta ho avuto occasione di parlargli un po’ di più e fargli anche una domandina circa dei personaggi di suoi libri.Lui ha detto che presto inizierà un nuovo libro,ha ancora molto da scrivere e da raccontare e io mi auguro che lo faccia ancora per tanti anni,nonostante la sua veneranda età.E’ indubbiamente un maestro nel suo genere e anche nei suoi libri che non mi sono piaciuti quanto altri si vede la grandezza della sua mano e della sua penna,oltre ad essere una persona disponibile e anche simpatico.Abbiamo scambiato due battute sul fatto che avrei voluto portare tutti i suoi libri,ma ho dovuto fare una scelta e lui mi ha detto che ci sarebbe voluta una grossa borsa e tanti muscoli!!!Mi ha detto: “Gli altri li porterà la prossima volta,quindi ci vediamo presto”. Lo spero veramente Mr Smith,nel frattempo i suoi libri mi faranno ancora viaggiare e sognare.Grande,grazie di esistere!

Published in: on 26/01/2013 at 16:46  Comments (2)  

Cinecittà si mostra.Una giornata a Cinecittà sui set cinematografici.

Domenica sono stata insieme ad un gruppo di amiche a visitare gli studios di Cinecittà e devo dire che mi sono piaciuti molto!La cittadella del cinema,nata a Roma in epoca fascista,fino a marzo dà la possibilità ai visitatori di visitare i set di alcune produzioni che sono state girate in loco.Il punto forte sono sicuramente gli scenari dove è stata girata la serie tv “Roma” produzione anglo\americana\italiana con la ricostruzione di un imponente scorcio di Roma antica,insieme alle scenografie del film di Martin Scorsese “Gangs of New York”(un po’ rimodernizzate perchè sono attualmente usate per un altro film), che ha riportato dopo anni gli americani a girare di nuovo negli studios romani.Tra set,scenografie e piccoli scorci usati per altri film e serie tv,si passa da situazioni ed epoche diverse,fino ad arrivare ai padiglioni dove sono conservati costumi,foto di scena e oggetti vari di film,attori e registi che hanno fatto la storia di Cinecittà.Mi è piaciuta molto la parte dei costumi,con in particolare i costumi del film “Cleopatra”,il meraviglioso abito in stile impero indossato da Gina Lollobrigida nel ruolo di Paolina Bonaparte nel film “Venere imperiale” e tanti altri…e poi la prate finale,la ricostruzione del sottomarino usatao per il film U-571 dove ci siamo divertite a giocare come ragazzini in un parco giochi ^_^’Ll’unica pecca della gita la pioggia,ma per il resto è stata una bellissima giornata con un’ottima compagnia! Penso che se non fosse stata organizzata questa gita, un po’ per pigrizia e per la lontananza da casa,e magari per dare precedenza ad altre mostre mi sarei persa questo spettacolo,e invece sono rimasta proprio contenta di quello che ho visto! Vi lascio un po’ di foto per ingolosirvi e farvi vedere quello che vi aspetta se vorrete andare a visitare gli studios di cinecittà a Roma. 😀

Questo slideshow richiede JavaScript.

Published in: on 22/01/2013 at 17:29  Comments (2)  

Buon anno

UN FELICE ANNO NUOVO A SUON DI SPLENDIDA MUSICA!!!BUON  2013 A TUTTI!!

Published in: on 01/01/2013 at 20:09  Lascia un commento