Roma 40 d.C Destino d’amore

Primo romanzo storico di Adele Vieri Castellano,”Roma 40 d.C-Destino d’amore”,non poteva essere esordio migliore per una scrittrice che si presenta come una delle nuove leve del romance italiano. E se le nuove leve esordiscono tutte così,lettrici mie sfregatevi le mani perché ci si presentano veramente belle prospettive letterarie.

Trama: Gaio Giulio Cesare Germanico, Caligola, Imperatore.Marco Quinto Rufo è l’uomo più potente di Roma, secondo solo all’imperatore, Livia Urgulanilla ha un passato da dimenticare. Lui è un uomo temprato dalla foresta germanica, bello e forte che non conosce paura né limiti. Lei è un’aristocratica raffinata e altezzosa il cui destino è già scritto. Ma il dio Fato decide altrimenti e quando Rufo la porta via con sé non immagina lontanamente le conseguenze del suo gesto. Roma non è la Provincia dove tutto, incluso rapire una donna, è concesso. E anche se Caligola in persona decide di concedergliela, possederne il cuore sarà la più ardua e temeraria delle sue imprese. E Livia saprà donare il cuore a un uomo spietato che non esita davanti a nulla, se non a quello che sente per lei?
Innanzitutto,quest’opera è ambientata in un’epoca inusuale per un romance,ma dopotutto essendo una scrittrice italiana non vedo perché si debba andare a ricercare storie ambientate in Inghilterra o in America o in chissà quali paesi esotici.Per quanto riguarda ambientazioni storiche l’Italia non manca di certo,ma se spesso le nostre scrittrici preferiscono ambientazioni,medievali o rinascimentali,stavolta veniamo catapultati nell’antica Roma,nel periodo del dominio imperiale dello scellerato Caligola. Se la ricostruzione storica è pressoché perfetta,con le descrizioni di una Roma assolata e stretta in una morsa di caldo cocente come lo è in questo momento in cui sto scrivendo,con le descrizioni davvero precise delle ville,le strade,le terme,le arene,e tutti i luoghi dove si svolge la vicenda,anche la storia è molto bella e coinvolgente,dal ritmo incalzante dall’inizio alla fine,seppur onestamente ho trovato il finale,con l’epilogo storico della fine di Caligola,un po’ frettoloso. In realtà speravo che la vicenda dell’uccisione dell’imperatore facesse anche un po’ da sfondo alla storia,ma non è stato così. Però ho una speranza:siccome il libro è il 1° di una trilogia,spero che nel 2° volume gli intrighi politici  la facciano un po’ più da padrone.Non che in questo libro manchino intrighi e gelosie,ma forse ecco sono più intrighi dovuti alla follia e alla gelosia umana,come Messalina che cerca di circuire il protagonista,mentre,ripeto le vicende storiche ,soprattutto la morte di Caligola,mi è sembrato essere stata trattata troppo in fretta.
Come dicevo però la ricostruzione e la descrizione dei fatti e dei luoghi è talmente vivida che sembra veramente di immergersi nell’antica Roma e vedere con gli occhi dell’immaginazione i luoghi dove si svolge la vicenda(non sembra di leggere,ma di stare a guardare una delle serie tv ambientate nell’antica Roma,come la recente “Spartcus” o proprio “Roma” serie che ci hanno riportato indietro nel tempo con grande abilità,tanto è reale e tangibile quello che la Castellani descrive è come trovarci davanti ad uno schermo e non ad un libro) che ha per protagonisti Marco Quinto Rufo e Livia Urgulanilla. E veniamo proprio ai protagonisti:per prima voglio parlarvi di Livia,la protagonista femminile,giovane donna con una macchia nel suo passato tanto è vero che alla sua età nessuno ancora l’ha chiesta in sposa.Ma Roma,dimentica in fretta,soprattutto se si combinano matrimoni di interesse e sono i soldi a farla da padrone.Ma Livia verrà strappata al suo promesso sposo,da Marco Quinto Rufo-legato imperiale,il 2° uomo più potente di Roma dopo Caligola,al quale ha salvato la vita e che gliela concede in sposa- che rimane folgorato a prima vista quando incontra la ragazza.Livia per questo affronto si convincerà di odiare Marco,ma sappiamo bene che le cose,con la vicinanza e con la reciproca conoscenza cambiano e prendono un percorso diverso.E’ vero che molte lettrici,tra cui anche la sottoscritta avrebbero voluto strozzare Livia per buona parte del libro,ma già quando,incaponita e credendosi innamorata del suo ex promesso tenta la fuga dal marito ,Livia sente dentro di se qualcosa che lei ben non capisce -ma che noi abbiamo capito eccome-nei confronti di Marco Rufo, lì tutte abbiamo sperato che capisse quale era la giusta strada che doveva intraprendere.Fortunatamente grazie ad un provvidenziale intervento(sia benedetto Tassus,mai personaggio mi fu più simpatico) sbattendo il grugno e aprendo gli occhi sulla verità,Livia capisce verso quale direzione deve volare il suo cuore.Una piccola spinta le ci voleva,ma già dentro si faceva strada la consapevolezza che Rufo era l’uomo per lei. E che uomo!!!E si,perché signori e signore,la Castellano ha creato uno di quegli eroi che facilmente si dimenticano. Uomo,con la U e tutte le altre lettere maiuscole,maschio romano del suo tempo,poco avvezzo alla vita di corte e agli intrighi di potere,ma che suo malgrado deve sottostarci essendo guardia privata dell’imperatore,ma abituato alla dura vita lungo il confine germanico. Dura vita di guerriero che lo ha forgiato come uomo rude e duro,ma leale e coraggioso.Marco Quinto Rufo,con la descrizione che ce ne fa l’autrice,corpo statuario,alto,scuro,occhi neri e profondi,e lo sguardo truce,trasuda maschia virilità da tutti i pori.Forte,burbero,e tutto d’un pezzo è il prodotto della società dell’epoca,che colpito dalla freccia di Cupido,riesce a modo suo e con le sue armi a far capire a Livia qual è il loro destino,convincendosene lui stesso prima di tutto,dopo aver capito che Livia è quella giusta,ma all’inizio temendo quella che è la più grande battaglia che abbia mai affrontato,ovvero al battaglia dell’amore. In un coinvolgente e divertente stuzzicarsi a vicenda,un negarsi per poi prendersi e viceversa,con Livia che sa quando graffiare e quando essere dolce, e Marco che nonostante la sua rudezza sa tirar fuori momenti inaspettatamente dolci(come quando consola Livia, disperata e piangente dopo essere stata trovare sua madre malata, stringendola a se e accarezzandola dolcemente come se fosse una bambina per tutta la notte. Ho trovato quella scena di una dolcezza unica *__* )la loro storia ci farà stare attaccate alle pagine fino all’ultimo.
Un altro bel punto a favore di questo libro sono le storie parallele che si sviluppano nel corso del libro,belle e avvincenti quanto la storia principale,come la storia di Turia sorella di Marco e del prefetto del pretorio Lucio Arrunzio Stella,grande amico di Marco ,che avranno una seconda chance di vivere il loro amore nato e cresciuto sin dalla giovane età di entrambi. Anche altre storie nascono verso la fine del libro:una,quella tra la spia e sicario di Marco,Tassus e la schiava di Livia,Ancilla,e vedremo se in seguito anche di loro sapremo qualcosa in più.Ma quella più interessante,anzi interessantissima!!! è quella tra Giulia,la cugina di Livia e Quinto Decio Aquilato,batavo della guardia personale di Caligola e amico fidato di Marco,altro dio testosteronico scombussola ormoni sceso in terra,biondo dagli occhi color del cielo,che sarà,a quanto pare protagonista del 2° volume della trilogia.E qui che mi aspetto una storia bella quanto e più di questa,perché se la storia d’amore prosegue come è iniziata promette davvero bene.Ovviamente spero anche di rivedere i nostri cari Livia e Marco, nel prossimo libro,ma ho grande fiducia nell’autrice!!!
Insomma se non si fosse capito,questo libro mi ha veramente conquistata,e se volete essere trasportati in un’epoca lontana,in una storia davvero emozionante,non perdete “Roma 40 d.C-Destino d’amore”.Non ve ne pentirete!!!

Annunci
Published in: on 08/07/2012 at 16:02  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://angolinodichiara.wordpress.com/2012/07/08/roma-40-d-c-destino-damore/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: