Torino:la città e la festa bianconera.

“Un italiano che arriva qui con l’idea di trovare una città uggiosa e un po’ triste – come i dispettosi soglion definir Torino – Villaggio ingrandito,mucchio di conventi e caserme,deve provare un disinganno piacevole uscendo dalla stazione di Porta Nuova” (Edmondo De Amicis)

E’ passata una settimana esatta dal mio week end a Torino ma i ricordi e un bel raffreddore  riportato a casa :p sono ancora freschi.

Sono stati davvero tre giorni intensi,vissuti a mille,nel vero senso della parola perchè abbiamo camminato e girato tantissimo.Partite in tre da Roma alle 8.45 di sabato in aereo siamo arrivate a Torino accolte da una giornata caldissima.L’atmosfera per la fessta scudetto della Juve si percepiva ovunque senza contare che l’aereo e il pulman per arrivare in città erano pieni di juventini.Dopo esserci sistemate in albergo(cosa non facile perchè comunque per raggiungerlo con i mezzi ci abbiamo messo un bel po’) e in attesa di incontrarci con un’altra parte del nostro mini-gruppo in arrivo dalla Sardegna ci siamo recate in centro e abbiamo visitato il Palazzo Reale.Il 1° piano nobile è attualmente chiuso pe rle riprese televisive della “Cenerentola” di Rossini ma sono vistabili le Cucine Reali attraverso una visita guidata e il 2° piano del palazzo.Devo dire che la visita mi ha colpito molto,passare dagli ambienti,enormi ma austeri delle cucine,dove è tutto rigorosamente ordinato secondo l’etichetta(la cucina del Re,la cucina della Regina) agli ambienti sfarzosi del palazzo fa un effetto incredibile.Mi sembrava di essere dentro una di quelle serie tv o quei libri che amo tanto in cui si raccontano le storie dei piani alti e dei piani bassi di famiglie nobiliari,con la differenza che qui si trattava del palazzo dei Re d’Italia.Sono stata felice di vedere Palazzo Reale perchè era una delle cose che mi mancava dalle mie visite precedenti a Torino.Dopo questo ci siamo riunite alle nostre amiche che erano arrivate e chi ci aspettavano al Museo Egizio.Quest’ultimo,vuoi un po’ per la stanchezza,vuoi perchè avevamo la curiosità di cercare l’albergo dove alloggiva la Juve,l’abbiamo visitato davvero di corsa.Non ha suscitato molto interesse nelle mie amiche e devo dire che anch’io non ho ricevuto la stessa impressione di quando l’ho visto la prima volta.Il fatto è che il Museo Egizio ha ancora un’impostazione piuttosto “ottocentesca” ci sono pochi pannelli illustrativi e per vivere appieno ogni suo reperto bisogna mettersi a leggere e a sbirciare una per una le vetrine.Ripeto forse la stanchezza non ci ha permesso di apprezzare pienamente questo gioiello unico,che comunque vale sempre la pena di essere visitato.

Dopo aver atteso invano di fronte all’albergo dove speravamo alloggiassero i giocatori ci siamo recate in Piazza Castello e per cenare,e poi ci siamo recate alla Mole Antonelliana,da dove abbiamo ammirato lo splendido panoramo di Torino in notturna e il Museo del Cinema.Anche quello a causa dei tempi ristretti non l’abbiamo visto tutto,ma devo dire che ci siamo divertite come bambine nel paese dei balocchi a giocare con gli effetti speciali che si trovamo all’interno del Museo,a guardare i filmati e a girovagare per i set allestiti.

La 1° giornata si conclude così a notte fonda stanche ma davvero soddisfatte del nostro percorso.

La domenica ci risvegliamo con un tempo pessimo,freddo e pioggia.La nostra prima meta è il Parco del Valentino col Borgo Medievale.Purtroppo causa maltempo è saltato il giro in battello sul Po,ma è stato ugualmente un’altra scoperta meravigliosa.Il Borgo Medievale nasce, sulle sponde del Po, come padiglione dell’Esposizione generale italiana artistica e industriale, che si svolse a Torino dall’aprile al novembre del 1884. Mentre la Rocca, il castello, fu costruita per durare nel tempo, il villaggio era destinato alla demolizione, una volta che la manifestazione fosse terminata. Invece visto l’enorme successo ottenuto fu acquistato dal Comune di Torino.Ispirandosi a vari castelli medievali della zona,i creatori hanno ricreato una piccola parte di Medioevo.La visita alla Rocca è stata molto interessante anche perchè la guida ci ha fatto vedere e toccare con mano molti elementi della vita dell’epoca come gli elmi da battaglia,lo scudo,oppure le pergamene per scrivere, o i tessuti utilizzati per i vestiti ecc.Insieme a noi durante la visita c’erano un gruppo di bambini che erano quasi intimoriti e si vergognavano a toccare o provare queste cose,mentre io sembravao più bimba di tutti loro e volevo provare tutto.E’ stata davvero un’esperienza bellissima,sarà che amo tutto ciò che concerne il Medioevo e anche se questa si tratta di una ricostruzione,sembra davvero di essere trasportati in un’altra epoca.

Finita la visita al Borgo è iniziata la missione “partita” ovvero trovare un pub dove poter vedere la partita della Juve in quanto noi pur essendo partite(ed era da marzo che avevamo prenotato aereo ed albergo) non abbiamo trovato i biglietti per lo stadio.Dopo una lunga ricerca fortunatamente abbiamo trovato un pub dove c’era posto elì,un piccolo spicchio di curva bianconera abbiamo assistito all’ultima partita di campionato della Juve,ma soprattutto,forse all’ultima partita allo Juventus Stadium di Alessandro Del Piero.Ad una settimana da quel giorno,ancora non mi sembra vero,ancora non mi capacito che forse questa storia durata 19 anni sta finendo.Forse perchè domani c’è ancora un’altra partita,la Coppa Italia e qui nella mia città a Roma,forse perchè poco poco in fondo al cuore ancora un po’ ci spero,ma le parole dette sembrano chiare:la storia di Alex con la Juve è finita.E allora,la gioia per il tricolore si vena di malinconia,si vena di tristezza ma con la consapevolezza di aver vissuto qualcosa di fantastico in questi 19 anni.e così si sono aperte le cataratte del cielo e mentre Alex compiva il suo giro di campo,20 minuti in cui la partita aveva perso di ogni importanza ,20 minuti in c’eravamo solo noi e lui con tutte le gioie,le soddisfazioni,ma anche i dolori calcistici vissuti insieme, ho pianto insieme ad altri 14 milioni di tifosi per un’epoca che se ne va,per una leggenda del calcio italiano che tanto mi ha dato e insegnato perchè no.Avrei mille cose da dire per Alex e ad Alex ma voglio riservarmi questo per una ltro post,magari dopo al finale di Coppa.

Tornando a noi e al nostro pomeriggio a tinte bianconere,assistito alla preiazione in tv ci siamo spostate verso Porta Susa in Via Cernaia da dove sarebbe partito il pulman bianconero scoperto che avrebbe portato i giocatori in trionfo per la città.

Arrivate sul luogo l’atmosfera era già calda acnhe se c’era ancora poca gente,ma col passare dei minuti la piazza e la via si riempivano sempre di più.I cori,gli sfottò contro gli avversari e salti ci hanno permesso di riscaldarci un po’ visto che faceva davvero freddo quel pomeriggio.Con molto dispiacere però pe ri soliti gufi malefici,l’auspicato acquazzone sulla festa bianconera non c’è stato e tutto è andato pe ril meglio in un delirio di folla.Alle 20.00 e qualcosa il pulman è arrivato e la folla si è scatenata.Giuro di non averci capito più niente ho solo urlato verso I Campioni d’Italia tutta la mia felicità,ho visto qualche giocatore affacciato dal pulman,tipo Marchisio,Vidal che ci tirava i baci,Storari e infine dietro sempre lui,Il Capitano Alex Del Piero che ci salutava.I cori per lui sono stati infiniti. Una gioia unica ed increbile dopo anni di sofferenza che ci è stata inflitta da chi ha cercato di distruggere la Juventus,ma non ci è riuscito(e ahimè ancora ci provano!!!).Una rivalsa incredibile,la felicità di un popolo calcistico che aspettava questo momento per tornare di nuovo a gioire.
Aspettato che il pulman passasse dalla nostra zona,ci siamo staccate dal gruppo e siamo corse al parco del Valentino di nuovo,dove li avremmo aspettati alla fine del percorso.Lì è stata davvero una lunga attesa,al freddo e all’umidità e viste le notizie che ci giungevano da amici in Piazza Castello avevamo perso le speranze di vederli per un’ora decente(erano le 23 quando stavano ancora su Via Po’ e avevamo stimato che sarebbero arrivati per l’una di notte se non oltre).Così mentre ci guardavamo qualche vip che entrava nella discoteca dove si sarebbe svolta la festa,qualche moglie e i dirigenti della squadra-Andrea Agnelli,John Elkann ,Gianluca Pessotto e anche Sonia Del Piero- eravamo indecise se andarceno o no anche perchè stavamo congelando.Alla fine anche per paura di non trovare più bus e tram per tornare in albergo(cosa che poi è effettivamente avveuta) ci siamo dirette verso la fermata,ma mentre eravamo lì vediamo sfrecciare a tutta velocità lungo la via il pulma con i giocatori sopra che si teneano(oddio che ridere rischiavano di cadere per quanto correva :p) e così ci siamo rifatte di corsa il pezzo di strada per arrivare davanti alla discoteca e siamo riuscite di nuovo a vederli mentre scendevano dal pulman.Solo per amore della Juve possiamo far certe cose :p

Stanche morte ma piuttosto soddisfatte di tutta la giornata,senza voce e con i piedi doloranti ci siamo incamminate verso la stazione,perchè gli autobus ormai non c’erano più e abbiamo preso un taxi per andare in albergo ormai alle due di notte.
La mattina dopo sveglia di nuovo piuttosto presto-avrei dormito volentieri tutto il giorno-e pronte pr salire a Superga dopo aver preparato le borse perchè il pomeriggio si ripartiva.Per arrivare a Superga abbiamo fatto un bel giro con un tram vedendo un’altra parte di Torino,come Piazza Vittorio e poi attraversato il Po all’altezza della Chiesa della Gran Madre che sembra un piccolo Pantheon, siamo arrivate alla Stazione Sassi per prendere la cremagliera il tipico trenino che va a Superga.Davvero carino salire così e godere dall’alto della collina del panorama.La Basilica è davvero stupenda e siamo anche salite sulla cupola per ammirare tutta la visuale.Abbiamo visitato anche le Tombe Reali,veramente una cosa emozionante,ma purtroppo siccome la guida si è un po’ dilungata siamo dovute uscire di corsa e non ho potuto vedere la lapide in ricordo del Grande Torino che si trova dietro la Basilica,perchè altirmenti avremmo perso l’ultimo bus che scendeva e dopo sarebbe stata dura perchè c’era uno sciopero.Quindi per evitare di perdere l’aereo siamo riscappate di corsa(l’ho detto che abbiamo corso un sacco!!). Salutate le nostre amiche sarde a Piazza Castello(loro restavano un altro giorno) siamo tornate a prendere le borse,abbiamo pranzato,finalmente con un po’ di calma e poi siamo andate in taxi all’aereoporto.Lì di nuovo abbiamo incontrata molte persone con maglie bianconere che tornavano a casa.La gita era finita,la festa pure e ognuno tornava alla sua routine,ma l’idea di aver vissuto insieme qualcosa di indimenticabile era impressa nei volti di ognuno di noi.Sono state davvero tre giornate incredibili,per la Juve,per la festa,ma anche per la visita alla città e per la compagnia con cui sono stata,per aver rivisto delle care amiche e per aver condiviso queste belle emozioni insieme.

Io amo molto la città di Torino,non solo per la Juventus,ma per la sua storia per la cultura che offre per le sue piazze i suoi scorci…spero di riuscire a tornarci il prima possibile e di riunire di nuovo l’utile al dilettevole di riuscire ad andare anche allo stadio e visitare ancora i musei meravigliosi che sono ancora tanti da vedere.

Alla prossima!!!


Questo slideshow richiede JavaScript.

i video della festa a Porta Susa-via Cernaia,l’inizio del corteo trionfale del pulman bianconero

il trenino per arrivare alla basilica di Superga.

 

Annunci
Published in: on 16/05/2012 at 22:45  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://angolinodichiara.wordpress.com/2012/05/16/torinola-citta-e-la-festa-bianconera/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: