Gli Orientalisti. Incanti e scoperte nella pittura dell’Ottocento italiano

Gli Orientalisti.Incanti e scoperte nella pittura dell’Ottocento italiano”. La mostra raccoglie le opere di pittori italiani che raccontano le culture misteriose e le atmosfere fascinose ed esotiche in auge dalla prima metà dell’Ottocento e diventate poi di moda soprattutto in seguito alla campagna d’Egitto di Napoleone.Il fascino dell’Oriente,le storie di sensuali odalische e città colorate e intriganti,i piaceri proibiti dell’harem, affascinano e incuriosiscono la cultura Occidentale, che è sempre più attratta da  una terra relativamente vicina geograficamente, ma lontana per usi e costumi.Scrittori e artisti vengono attirati da queste terre esotiche e compiono viaggi sul posto riportandoci poi le loro cronache scritte o pittoriche.Anche altri artisti che non viaggiano in loco vengono però colpiti dalla moda del tempo e affascinati dai racconti dei loro contemporanei dipingono temi orientaleggianti donandoci una loro visione di quelle terre misteriose e affascinanti(ad esempio Hayez non visitò mai i luoghi citati).

La mostra si apre con quadri che hanno come sfondo il deserto con opere di Roberto Guastalla,Alberto Pasini,Stefano Ussi,seguite poi da opere del napoletano Domenico Morelli per arrivare a Francesco Hayez ,Vincenzo Netti, Ettore Cercone e tanti altri artisti che ambientano i loro lavori in altri ambienti tipici dell’Oriente.

 

Quando si attraversa la Giudea cose straordinarie vengono rivelate da ogni cosa:tutte le scene della Scrittura vi sono presenti.Ogni nome racchiude un mistero; ogni grotta predice il futuro; ogni altura conserva in se il nome di un profeta.Dio in persona ha parlato da queste sponde( Chateaubriand)

 

 

I deserti sono attraversati da caravonieri e cammellieri o sono deserti dove si stagliano antiche rovine di precedenti civiltà che nel loro chiarore e quasi desolazione contrastano con i quadri della sezione successiva dove invece troviamo  viste di città,come Il Cairo,Costantinopoli ecc. città ricche, opulente e colorate con i loro bazar,i porti,le cupole delle moschee che svettano,le mura merlate e la ricca e variegata umanità che le abita,come i mercanti e gli schiavi, ma abbiamo anche ritratti di donne che nessun uomo occientale potrà vedere come la sultana che esce dal suo bagno rituale o le favorite del sultano che passeggiano nel giardino.

 

Una città brillante di luci e di colori,che con nobile gesto offre agli sguardi le sue muraglie intatte e merlate, la sua moschea azzurra con le colonne bianche, le mille cupole splendenti che la luce del sole autunnale investe per disperdersi poi in un vaporoso riverbero. (Alphonse de Lamartine)

 

La mostra si conclude con una  gamma di riratti di odalische sensuali,mollemente adagiate su divani,cuscini e ricchi tappeti dove l’opulenza e la sensualità la fanno da padrone.

 

…il modo di vestire della donna turca fra le apreti dell’harem, quel bel costume capriccioso e pomposo, di cui tutti hanno un’idea, e che dà ad ogni donna la dignità  di una  principessa e la grazia di una bambina. Ma noi non la vedremo mai…(Edmondo De Amicis)

 

 

La grazia dela donna turca è tutta nel riposo; nell’arte di mettere in evidenza le belle curve con atteggiamenti stanchi d’addormentata,col capo rovesciato indietro, coi capelli sciolti…arte che strappa oro al marito, e sconvolge il sangue e la ragione dell’eunuco…(Edmondo De Amicis)

 

Al Chiostro del Bramante a Roma,dal 20/10/2011 al 22/01/2012.

Published in: on 27/11/2011 at 17:57  Comments (1)  

Serie tv:top e flop(personali) della stagione.

Nei post precedenti ho già parlato e presentato alcune serie tv che  stanno andando in onda in questa stagione televisiva.Ora voglio fare un piccolo resoconto di tutte le altre serie,tra vecchie e nuove che sono partite in questi mesi.Ho iniziato a seguirne un bel po’ tralasciandone poi alcune per questioni di tempo che recupererò magari durante la pausa natalizia.

Tralasciando l’usato sicuro delle varie serie poliziesche come Criminal Minds,le due Ncis,Castle,Csi , la prima serie di cui voglio parlare è un’altra vecchia gloria,ovvero SUPERNATURAL Dopo il disastro e le perplessità della passata stagione la 7°  ha ingranato veramente bene e forse non è un caso il ritorno in campo di Eric Kripke il deus ex machina della serie.Sembra di essere tornati un po’ ai vecchi tempi con alcuni episodi a se stanti(non tutti però,infatti i primi 3-4 episodi finivano tutti con un cliffangher che ci riportava alla trama principale e ad una spasmodica attesa della puntata successiva),tra l’altro molto carini rispetto ad altri della passata stagione,e una trama sottostante sempre presente,ovvero quella dei Leviatani,creature maligne che sono state liberate dal Purgatorio e che stanno prendendo potere nel mondo.L’unico neo di questa stagione,se così possiamo chiamarlo,è la mancanza di Castiel.Devo dire che il suo personaggio mi manca davvero molto e aspetto con ansia di rivederlo e soprattutto di vedere come lo reintrudurranno all’interno della storia dopo la sua “scomparsa” a causa proprio dei Leviatani che erano entrati nel suo corpo insieme a tutte le altre anime del Purgatorio che lui stesso aveva assimilato alla fine della 6° stagione.

Per adesso quindi SUPERANTURAL promosso!

Un’altra serie che mi sento di promuovere è  THE WALKING DEAD ,la serie tratta da un fumetto che ci racconta la storia di un gruppo di sopravvissuti in una terra ormai completamente in balìa degli zombie.Se la prima stagione ,andata in onda lo scorso anno,di sole 6 puntate ha conquistato tutti,avendo per forza di cose ritmi molto veloci,la seconda di 13 episodi si perde in qualche episodio troppo lento che serve un po’ come riempitivo,ma tutto sommato lascia sempre lo spettatore con la curiosità di vedere cosa accadrà .Le atmosfere desolate e ottimi dialoghi ne fanno davvero una serie interessante,e sicuramente l’unica di questo genere al momento.Un consiglio:non guardatela subito dopo a ver mangiato :p

Giudizi positivi anche per altre due serie americane che hanno in comune il mondo delle fiabe:GRIMM e ONCE UPON A TIME. Ma se la prima sa di un qualcosa di già visto-il protagonista è un poliziotto che scopre di discendere da un’antica famiglia di cacciatori di creature fantastiche i Grimm appunto e ha un impatto un po’ più oscuro,un po’ alla Buffy e alla Supernatural-la seconda è forse la serie più originale e la vera rivelazione di questa stagione.ONCE UPON A TIME secondo me è una serie davvero graziosa che si svolge su due piani temporali:il nostro mondo in una cittadina del Maine dove vivono delle persone che in realtà sono  personaggi delle fiabe,ma non sanno di esserlo e il loro mondo appunto quello delle fiabe che è stato attaccato dalla terribile maledizione della regina cattiva,quella di Biancaneve.Solo un bambino sa la verità e vuole fare in modo che queste persone ricordino la loro vera identità,e chiede aiuto alla sua vera madre,Emma Swan che lo aveva dato in adozione da piccolo e che altri non è che la figlia di Biancaneve e del principe,l’unica ad essere scampata alal maledizione e finita ancora in fasce nel nostro mondo.Ma la  madre adottiva del ragazzino,che in realtà è la Regina cattiva cercherà di fermarlo,perchè in realtà anche lei sa molte più cose di quanto non possa sembrare.Dopo 4 puntate devo dire che questa serie mi ha già “stregata” e la promuovo a pieni voti.Inoltre aggiungo che adoro la parte fiabesca che mano mano ci viene spiegata nel corso degli episodi andando a ritroso negli eventi:i costumi,le ambientazioni sono veramente..da favola 😀

Altri riscontri positivi vanno a due serie non americane:una è DOWNTON ABBEY della quale ho parlato ampiamente in un post precedente e nonostante una seconda stagione un po’ inferiore alla prima soprattutto nella seconda parte,rimane comunque una serie di livello,mentre l’altra è una serie danese dal titolo LORO UCCIDONO una sorta di Criminal Minds nord europeo ben fatto e molto coinvolgente.Devo dire che dal nord europa sono arrivate delle serie davvero interessanti come la trilogia di Millennium tratta dai libri di Stieg Larson,andata in onda qualche settimana fa su La7,e la serie dell’ispettore Wallander(rifatta anche in una versione inglese col magistrale attore Kenneth Branagh).Serie che non hanno i ritmi veloci delle serie poliziesche americane,anzi al contrario sono a volte anche piuttosto lente,ma che ci raccontano di personaggi più uomini e meno super uomini e hanno trame ben articolate e per nulla banali.

Per quanto riguarda le serie positive posso aggiungerne anche altre tre,delle quali però il giudizio è parziale in quanto per ora ho visto solo il pilot e si tratta di American History Horror e The Killing serie del genere thriller drama e Person of Interest dove ritroviamo due vecchi amici di “Lost” ovvero JJ Abrams al timone di comando e Micheal Emerson l’indimenticato Ben Linus .affiancato dal bello e bravo Jim Caviziel in una serie che mescola spy story,azione e mistero come solo Abrams sa fare.Per forza di cose non sono riuscita a seguirne altri episodi,ma mi sto proponendo di recuperarla al più presto insieme alle altre due su citate.

Passando alle serie flop l’elenco si apre sicuramente con TERRANOVA partita con grandi proclami e pubblicità a spron battuto come un incrocio tra Lost e Jurassic Park,sotto l’egida della produzione di Steven Spielberg (così come Falling Skies che è andata in onda questa estate,ma che al confronto di questa mi è piaciuta un pochino di più,senza però strabiliarmi),ma che si è rivelata di una pochezza imbarazzante,tanto che dopo 5 puntate ho deciso di mollarla e non so se le darà una seconda possibilità.Peccato perchè le potenzialità c’erano e devo dire che il pilot mi aveva persino entusiasmato,ma poi si è persa per strada,dando spazio a trame isnipide e tralasciando quelli che potevano essere gli elementi di curiosità.

Altra serie bocciata è I FANTASMI DI BEDLAM che ho trovato davvero lenta e noiosa.

Per le serie di questa prima parte di stagione credo di aver concluso.Non ho messo un’altra serie che ormai è un must arrivata alla sua 6° stagione,ovvero DEXTER,non perchè l’abia abbandonata,ma perchè  me la lascio per quando la daranno in tv per seguirla comodamente perchè Dex è una serie che mi piace gustare con calma.In attesa del 2012 e delle serie come Spartacus II ,Games of Thrones II vi saluto e vi auguro buona visione!!!

Published in: on 20/11/2011 at 12:20  Lascia un commento  

11-11-2011:Winter is coming.

Oggi due segnalazioni per la prossima settimana,che faranno contenti gli appassionati di serie tv.
La prima riguarda la messa in onda in prima tv Rete4 della serie I PILASTRI DELLA TERRA ,già andata in onda su Sky (di cui ho già parlato ampiamente  suo tempo,cliccate qui I PILASTRI DELLA TERRA e troverete il post ). Da Mercoledì 9  novembre,alle ore 21.10 se non avete avuto modo di vederla o volete rigustarvela non perdete l’appuntamento con la serie tratta dal best seller di Ken Follet.

Dal medioevo reale di Follet passiamo al medievo fantasy di George R.R Martin con la seconda serie che farà felici gli appassionati a partire dalla prossima settimana.

Arriva infatti sugli schermi italiani la serie rivelazione di quest’anno:Games Of Thrones.Andata in onda dall’aprile 2011 sul canale statunitense HBO,dall’11 novembre Sky trasmetterà con il titolo “Il trono di spade“la serie tratta dal ciclo di romanzi fantasy Le Cronache del ghiaccio e del fuoco (A Song of Ice and Fire) di George R. R. Martin che ha riscosso notevole successo di pubblico e critica aggiudicandosi anche molti premi.

 La prima stagione è basata sul primo romanzo della collana, A Game of Thrones, che in Italia è stato pubblicato da Mondadori in due volumi, Il trono di spade e Il grande inverno. Si sta già girando una seconda stagione che andrà in onda in America nella primavera 2012.

Come dicevo questa serie ha riscosso enorme successo di pubblico e devo dire che anche la sottoscritta ne è rimasta piacevolmente colpita.La trama è a grandi linee questa:

Eddard Stark, lord di Grande Inverno, viene incaricato dal suo re e amico Robert Baratheon di recarsi ad Approdo del Re per ricoprire la carica di Primo Cavaliere del Re. La guerra fra i Sette Regni è però alle porte, a causa degli intrighi e delle mire al trono dei membri della nobile Casa Lannister. Jon Snow, figlio bastardo di Eddard Stark, si arruola invece nei Guardiani della notte e si reca sulla Barriera, enorme muro di ghiaccio che separa il mondo degli uomini dalle ostili terre del Nord, da cui sta arrivando una minaccia terribile. Nel frattempo Daenerys Targaryen e il suo crudele fratello Viserys, ultimi superstiti della nobile Casa Targaryen regnante prima della rivolta dei Baratheon, cercano di ricostruire l’antico potere nelle selvagge terre al di là del mare.

I personaggi sono veramente molti e a quanto ho visto nella seconda serie ce ne saranno ancora altri che andranno ad aggiungersi.All’inizio sembra che si faccia unpo’ fatica a seguirli tutti,a legarli alle varie casate dinastiche e a cogliere le parentele,ma piano piano ci si abitua e si entrerà in un mondo che ricorda un po’ il Medioevo,con quel pizzico di fantasy che non guasta ,con intrighi politici e dinastici,odi e rancori,ma anche affetti e valori famigliari molto forti.Il cast è eccezionale e tra tutti spicca a mio avviso un magnifico Sean Bean(che tutti ricorderanno nei panni di Boromir ne “Il signore degli anelli)che da il volto a Lord Eddard “Ned” Stark  con un’interpretazione davvero intensa di un grande personaggio.

Sicuramente questa è una serie che vale la pena di vedere e che consiglio vivamente e credo che un giorno varrà anche la pena di leggere i libri ,anche per fare i paragoni..ma per adesso mi (ri)godo la versione televisiva aspettando impazientemente la 2° stagione. 🙂

WINTER IS COMING!!!! 

Il trailer originale della 1° stagione:

Published in: on 04/11/2011 at 11:05  Lascia un commento  

Dai un appuntamento ad una ragazza che legge.

“Dai un appuntamento ad una ragazza che legge. Dai un appuntamento ad una ragazza che spende il suo denaro in libri anziché in vestiti. Lei ha problemi di spazio nell’armadio perché ha troppi libri. Dai un appuntamento ad una ragazza che ha una lista di libri che vuole leggere, che ha la tessera della biblioteca da quando aveva dodici anni.Trova una… ragazza che legge. Saprai che lo fa perché avrà sempre un libro ancora da leggere nella sua borsa. E’ quella che guarda amorevolmente sugli scaffali di una libreria, quella che tranquillamente emette un gridolino quando trova il libro che vuole. La vedi odorare stranamente le pagine di un vecchio libro in un negozio di libri di seconda mano? Questo è il lettore. Non può resistere dall’odorare le pagine, specialmente quando sono gialle.Lei è la ragazza che legge mentre aspetta in quel caffè sulla strada. Se dai una sbirciatina alla sua tazza, la sua panna non proprio fresca galleggia in superficie perché lei è già assorta. Persa nel mondo dell’autore. Siediti. Potrebbe darti un’occhiataccia, poichè la maggior parte delle ragazze che leggono non amano essere interrotte. Chiedile se le piace il libro.
Offrile un’altra tazza di caffè.

Falle sapere ciò che tu davvero pensi di Murakami. Vedi se sta leggendo il primo capitolo di Fellowship. Cerca di capire che se dice che ha compreso l’Ulisse di Joyce, lo sta solo dicendo perché suona intelligente. Chiedile se ama Alice o se vorrebbe essere Alice.

E’ semplice dare un appuntamento ad una ragazza che legge. Regalale libri per il suo compleanno, per Natale e gli anniversari. Falle il dono delle parole, in poesia, in musica. Regalale Neruda, Pound, Sexton, Cummings. Falle sapere che tu comprendi che le parole sono amore. Capisci che lei sa la differenza che c’è fra i libri e la realtà ma che per dio, lei sta cercando di rendere la sua vita un poco simile al suo libro preferito. Se lo fa, non sarà mai colpa tua.

Ha bisogno di essere stuzzicata in qualche modo.
Mentile. Se comprende la sintassi, capirà che hai la necessità di mentirle. Oltre le parole, ci sono altre cose: motivazione, valore, sfumature, dialogo. Non sarà la fine del mondo.

Deludila. Perchè una ragazza che legge sa che il fallimento conduce sempre al culmine. Perché le ragazze come lei sanno che tutto è destinato a finire. Che tu puoi sempre scrivere un seguito. Che puoi iniziare ancora e ancora ed essere nuovamente l’eroe. Che nella vita si possono incontrare una o più persone negative.
Perché essere spaventati da tutto ciò che tu non sei? Le ragazze che leggono comprendono che le persone, come i caratteri, si evolvono. Eccetto che nella serie di Twilight.

Se trovi una ragazza che legge, tienitela stretta. Quando la trovi alle due di notte stringere un libro al petto e piangere, falle una tazza di the e abbracciala. Potresti perderla per un paio d’ore ma tornerà sempre da te. Lei parla come se i personaggi del libro fossero reali perché, per un po’, lo sono sempre.

Chiedile la mano su una mongolfiera. O durante un concerto rock. O molto casualmente la prossima volta che lei sarà malata. Mentre guardate Skype.
Le sorriderai apertamente e ti domanderai perché il tuo cuore ancora non si sia infiammato ed esploso nel petto. Scriverete la storia delle vostre vite, avrete bambini con strani nomi e gusti persino più bizzarri. Lei insegnerà ai bimbi ad amare Il Gatto e il Cappello Matto e Aslan, forse nello stesso giorno. Camminerete insieme attraverso gli inverni della vostra vecchiaia e lei reciterà Keats sottovoce , mentre tu scrollerai la neve dai tuoi stivali.

Dai un appuntamento ad una ragazza che legge perché te lo meriti. Ti meriti una ragazza che possa darti la più variopinta vita immaginabile. Se tu puoi solo darle monotonia, e ore stantie e proposte a metà, allora è meglio tu stia da solo. Se vuoi il mondo e i mondi oltre ad esso, dai un appuntamento ad una ragazza che legge.

O, ancora meglio, dai un appuntamento ad una ragazza che scrive”.

(Rosemarie Urquico)

Published in: on 01/11/2011 at 21:01  Comments (4)