Come cenere nel vento-l’angolo del romance

Oggi torno a parlare di una scrittrice a me molto cara.Si tratta di Kathleen Woodiwiss della quale ho già parlato molto spesso essendomi messa di buona lena a leggere tutti i suoi romanzi(che purtroppo sono solo 13 e di questo mi dispiace molto).
Il libro che ho portato a termine pochi giorni fa è il terzo romanzo dell’autrice scritto nel lontano 1979 e si intitola Come cenere nel vento.
Il libro si svolge durante la Guerra di Secessione americana e a differenza di altri libri dell’autrice finora letti vi troviamo un approfondimento storico molto esaustivo sulle vicende della guerra tra gli stati dell’Unione e gli stati Confederati.Inoltre i luoghi dove l’autrice ambienta il libro sono luoghi a lei ben noti essendo quelli dove è nata e poi vissuta.
Il libro è diviso in due parti,600 pagine di una storia che non può non rimanere nel cuore di tutte le lettrici(e perchè no anche dei lettori)
La prima parte si svolge appunto durante la Guerra a New Orleans e nelle zone circostanti e ci racconta le avventure della giovanissima Alaina MacGaren che fuggita dalla sua proprietà,dopo aver perso genitori e fratelli in guerra,e accusata di spionaggio, si vede costretta travestirsi da ragazzo,nascondendo le sue fattezze femminili sotto vestiti sudici e strati di sporcizia,per sfuggire ai soldati yankee che ormai sono di stanza nella zona.Così lo scricciolino Alaina diventa Al e cerca rifugio a casa degli zii in città.Ma sulla sua strada appena giunta a New Orleans incontra l’ufficiale medico yankee Cole Latimer,affascinante dottore dedito al suo lavoro e con uno spiccato senso dell’onore che prende in simpatia il ragazzino,dopo averlo salvato da quattro bulletti,senza minimamente sospettare che in realtà lo sfacciato Al è una ragazza.Cole troverà anche un lavoro all’ospedale militare al piccolo ed entrerà così nella vita di Alaina e della sua famiglia.Infatti la cugina Roberta,stanca della situazione indigente in cui la guerra ha buttato la città e la sua famiglia mette immediatamente gli occhi su Cole che vede come una via d’uscita e una strada per una vita ricca di soddisfazioni. Alaina mal sopporta lo yankee e tutti gli altri feriti all’ospedale,ma stando a stretto contatto con loro imparerà a capire che dietro gli odiati yankee ci sono dei volti e delle storie,delle sofferenze umane tali e quali a quelle che ha patito lei e soprattutto imparerà ad ammirare il dottor Latimer che fa della sua professione una missione senza curasi se i feriti siano dediti alla causa nordista o sudista.La storia di questa prima parte va avanti spedita tra vari eventi,domandandoci un po’ come alcune persone si accorgano che in realtà Al è una lei,mentre Cole non se ne avvede 🙂 Gli eventi sono densi e si sussieguono rapidamente.A causa di una malinteso nato durante una notte in cui Alaina salva Cole,ubriaco, dalle acque di un fiume e averlo portato in casa degli zii  i due passano la notte insieme senza che Cole si avveda su chi è veramente la ragazza.Dopo che Alaina fugge disperata dal letto di Cole la scaltra cugina Roberta ci si intrufola ed ecco servito il giorno dopo il malinteso a causa del quale Cole sposerà Roberta.Ma ben presto scoprirà che l’ardente passione che la fanciulla di quella misteriosa notte gli aveva riservato, non è propria della fredda Roberta.Svelato anche l’inganno di Al\Alaina Cole decide dopo l’ennesima lite con la moglie di offrirsi volontario per una campagna militare in cui resta ferito ma si rende un eroe salvando molti uomini.Sarà proprio Alaina che trarrà in salvo Cole riporatandolo a New Orleans.Cole rimasto menomato alla gamba a causa di una scheggia non estratta decide di partire per il Minnesota alla volta della sua casa natale,cosa poco gradita a sua moglie che sperava di far sfoggio di se nei salotti di Washington.Prima di partire chiede ad Alaina di stare con lui ma la ragazza rifiuta fermamente pur col cuore a pezzi perchè ormai ama lo yankee.Partito Cole, Alaina torna ad essere una donna, e torna a lavorare all’ospedale però sotto falso nome perchè il suo nome è stato macchiato da un’accusa di furto e tradimento.In città nel frattempo un tale Jacques Du Bonnè uno speculatore senza scrupoli,mette gli occhi su Alaina.Gli amici della ragazza per sottrarla alle attenzioni del losco figuro non vedono altra soluzione che scrivere a Cole che da poco è rimasto vedovo di Roberta che è morta per le conseguenze di un parto prematuro.Cole propone di sposare Alaina per sottrarla a Jacques.Lo zio di Alaina per vendicarsi un po’ sui due che incolpa della fine della sua amata Roberta però fa credere alla giovane che Cole vuole solo un matrimonio nominale e la stessa cosa scriverà a lui riguardo Alaina.I due così si sposano per procura perchè Cole non può viaggiare a causa dela gamba e Alaina parte per il nord.E qui c’è la seconda parte del romanzo quella più propriamente romance nel vero senzo della parola,con i due protagonisti che si stuzzicano,litigano,si desiderano,ma non lo vogliono ammettere per questioni di orgoglio.Dopo vari tira e molla ed eventi finalmente i due danno sfogo al loro amore e alla loro passione chiarendo tutti malintesi e il loro matrimonio diviene un matrimonio reale in tutto e per tutto allietato anche dalla nascita di una bimba.Questa seconda parte rispetto alla prima è un po’ più lenta e un po’ più ripetitiva ad un certo punto mi ero un po’ seccata dei battibecchi dei due,anche dopo che si erano chiariti tutti i loro sentimenti e tutte le angustie che Cole aveva passato durante il suo breve matrimonio con Roberta e che lo aveva trasformato in un uomo ombroso e melanconico dedito al bere soprattutto per via della gamba che lo tormentava per il dolore facendogli abbandonare anche la sua professione di medico,mi sembrava inutile continuare su quella strada dell’incomprensione(anche se c’erano in realtà da chiarire altre cose che riguardavano il matrimonio di Cole e Roberta)ma è proprio a causa di uno di questi battibecchi che avverrà un incidente quanto mai propizio che farà in modo che Cole rompendosi la gamba ferita possa farsi estrarre quella scheggia che tanto lo tormentava e possa così ritornare ad essere l’uomo che era ritrovando di nuovo la passione per il suo lavoro.E tutto questo grazie anche alla spinta e all’amore di Alaina.
Comunque nonostante il difetto di cui dicevo,della lentezza con cui si svolgeva la storia rispetto alla parte precedente, la lettura continuava ad avvincermi anche perchè c’era un’aria di mistero intorno alla casa dove i coniugi Latimer vivevano.Ovviamente la prima cosa che mi è balzata alla mente è stato il paragone con uno dei miei libri preferiti,ovvero Jane Eyre,ma qui in effetti di mogli matte rinchiuse in soffitta non potevano esserci perchè Roberta era davvero morta.Poi l’altro paragone che subito mi si è affacciato è stato quello con il capolavoro letterario di Daphne Du Maurier “Rebecca la prima moglie” ,reso immortale su pellicola dallo splendido film del maestro Hitchcock,e non ci sono andata molto lontana.Infatti c’era un personaggio che tramava alle spalle di Cole e Alaina per sottrarre i beni di Cole,ma niente a che vedere con la fedeltà della cameriera alla defunta prima moglie come accade nel libro della DuMaurier.Il giallo finale è veramente un colpo di scena che non mi sarei aspettata,Cole e Alaina si troveranno di nuovo a dover affrontare vecchi e nuovi nemici per salvare le loro vite e il finale della casa in fiamme con la cattiva di turno che brucia delirante ricorda la scena dell’incendio di Menderley nel libro\film su citati.
La storia si conclude con il più classico dei lieto fine con la famigliola felice e il ricongiungimento anche di un parente creduto morto durante la guerra.
Come ho detto un libro nettamente diviso in due,600 pagine dense di avvenimenti e di sentimento,una storia commovente ed emozionante.Penso che questo libro sia uno dei migliori della scrittrice che questa volta ci trasporta dalle distese degli stati del Sud rese aspre dalla guerra ai grandi paesaggi innevati del nord facendoci viaggiare attraverso i luoghi a lei cari trasportandoci nel periodo che costituisce la storia degli Stati Uniti facendoci consoscere due personaggi tra i meglio tratteggiati finora dall’autrice,personaggi meno irreali rispetto ad altri con i loro dubbi le loro paure e le loro debolezze,consegnadoci il ritratto di una fanciulla indomita e coraggiosa e del nemico altrettanto leale e coraggioso che le ruba il cuore,in una storia tra le più belle che abbia mai letto che va direttamente tra le mie preferite di questa scrittrice.

Annunci
Published in: on 04/05/2011 at 20:32  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://angolinodichiara.wordpress.com/2011/05/04/come-cenere-nel-vento-langolo-del-romance/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. Questo,Shanna e Rosa d’Inverno sono i miei preferiti in assoluto,poi via via tutti gli altri.Comunque adoro questa scrittrice 🙂 Ciao e grazie di essere passato dal mio blog 😉

  2. il lupo e la colomba,shanna,e rosa d’inverno possono unirsi a come cenere nel vento come i migliori libri che io abbia mai letto,sempre di questa scrittrice naturalmente


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: