Emma-l’angolo di zia Jane

Emma venne scritto da Jane Austen nel 1815 e  ha per protagonista Emma Woodhouse una ricca e viziata fanciulla inglese di elevata condizione,che si diverte nella sua cerchia di amicizia a immaginare e combinare matrimoni.Ma la sagacia e la furbizia di cui Emma si crede tanto dotata la trae più di una volta in inganno creando un vorticoso gioco di coppie che si scioglierà solo alla fine del romanzo.Il romanzo può essere considerato come una divertente commedia degli equivoci,e il romanzo dei fraintendimenti d’amore.

La Austen quando inizia a scriverlo descrive così la sua protagonista: “Sto lavorando ad un’eroina che non piacerà a nessuno se non a me”.Emma è vanitosa, fiera di se stessa nel suo mondo ovattato, fatto solo di balli, pettegolezzi e banalità,tanto da apparire  incapace di vedere la realtà così come è. E’ Talmente piena di se stessa ed indipendente, da credere di “non aver bisogno di un marito” e spendere la sua vita cercando di combinare matrimoni degli altri. Ma in questo suo intento e nelle avventure che ne derivano, Emma inizia il suo graduale sviluppo di crescita interiore. Quando finalmente abbandonerà la sua vanità , sarà capace di innamorarsi, riconoscendo i suoi errori ed imparando ad accettare gli altri,ma soprattutto scoprendo l’amore per il suo antico confidente MR. Knightley che la conosce fin da quando era bambina e che ha sempre cercato con i suoi modi decisi di indirizzare Emma verso la strada più giusta lontana dalle frivolezze e cercando di non viziarla troppo come invece hanno sempre fatto tutti gli altri(i due sono anche cognati poichè il fratello di lui ha sposato la sorella di lei) 
A differenza degli altri romanzi questo però non mi ha colpito più di tanto,seppur la Austen scriva sempre con impareggiabile maestria trasportandoci nel suo mondo con poche semplici parole:il romanzo descrive con pennellate di colore talmente vivide e precise il piccolo mondo di Highbury, con i suoi abitanti tanto ben caratterizzati che sembra di conoscerli davvero, con le sue strade, con le dimore più o meno lussuose, con i colori e profumi della campagna inglese, e leggendo si ha la sensazione di far parte del libro;però a me sinceramente la coppia formata da Emma e Knightley è sembrata un po’ “freddina” rispetto ad altre conosciute  in altri libri della scrittrice.Mi è sorto persino il dubbio che Emma si innamori di Mr Knightley solo per paura di vederselo portar via dalla sua amica Harriet.
Non per questo il libro non è bello,anzi,la trama è divertente e si scioglie lungo le pagine tenendo il lettore incollato anche perchè è ricca di colpi di scena  molto divertenti.

Nonostante tutto i libri della Austen non risultano mai brutti o noiosi,ci si diverte sempre ,e si traggono sempre insegnamenti quanto mai validi e attuali da quello che la scrittrice scrive,perchè in fondo in fondo nonostante siano passati 2 secoli quello che la Austen ci ha lasciato è  applicabile e valido in ogni epoca.

Annunci
Published in: on 19/04/2011 at 17:09  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://angolinodichiara.wordpress.com/2011/04/19/emma-langolo-di-zia-jane/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: