Una giornata a Venezia

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sabato scorso io e la mia combriccola di pazzi,abbiamo fatto proprio una bella pazzia,:siamo andati una giornata a Venezia.

Bella,magica Venezia…nonostante il tour de force ne è valsa davvero la pena di tornare in questa meravigliosa città.Il tutto è iniziato venerdì sera,quando siamo partiti in treno verso le 22:30.Viaggio in treno dove come al solito non si dorme mai,se non un paio d’ore.Arrivo alle 5:30 della mattina:in pratica ancora buio,tutto chiuso anche lì in stazione.Dopo aver aspettato una mezz’oretta che aprissero bar e bagni ci siamo rifocillati e ripuliti e ci siamo incamminati verso il centro della città,a piedi,passando tra le calli,verso Rialto e poi in P.za San Marco.E’ stato bello vedere Venezia praticamente al risveglio,pochissima gente in strada,poche barche nel Canal,niente turisti in giro.Poche ore dopo e l’atmosfera era già diversa,la città iniziava a vivere e la gente ad uscire dalle loro case,complice anche una bella giornata che si sarebbe un po’ guastata solo nel pomeriggio.Abbiam girato tutta la parte centrale di Venezia passando per i campi principali tra cui Campo San Polo e Rialto ,poi a p.za San Marco visita alla Basilica e al ponte dei Sospiri.Tra una cosa e l’altra si arriva all’ora di pranzo e ci concediamo più di una volta delle pause riposo, calcolando che eravamo in piedi dalle 5 della mattina.Dopodichè ci siamo diretti verso la zona dell’Accademia delle belle arti,e passato il ponte delle Accademie ci siamo trovati dalla parte opposta del Canal Grande dove si trova la bella chiesa di Santa Maria della Salute.Alla fine della “penisola” dove si trova la chiesa c’è una splendida apertura su tutta la laguna da dove si vedono le isole di San Giorgio, San Michele e ci si affaccia sul Canale della Giudecca. L’unica cosa negativa di questa gita a Venezia è stato il fatto che ci fossero molti cantieri di restauro,anche in San marco al Palazzo Ducale e in varie chiese e quindi non abbiamo potuto godere a pieno dei monumenti.Tornati indietro ci siam fermati al Conservatorio ,uno splendido palazzo settecentesco che era aperto in occasione della giornata del FAI.bhè ovviamente non avendo potuto partecipare a quella romana,quest’anno ho partecipato a quella veneziana e così sono andata a visitare questo palazzo.Il pomeriggio è passato tra passeggiate e shopping per qualche ricordino e infine verso le 19.30 siamo andati a mangiare qualcosa in un ristorante-pizzeria. Per tornare alla stazione abbiamo deciso di nuovo di andare a piedi ed evitare i vaporetti e abbiamo fatto tutto il giro in una parte di Venezia che non avevo mai visitato,in pratica credo che li ci fosse la via più grande di Venezia,una sorta di corso che infatti essendo sabato sera era piuttosto trafficato.Così ci siamo ritrovati di nuovo alla stazione dopo uan giornata piena e stancante,ma molto bella e divertente.Al ritorno in treno stavolta,anche se male e a scatti per quanto mi riguarda,si è dormito per forza visto quanto eravamo stanchi.

Venezia andata e ritorno in un giorno(un po’ come le trasferte a Torino) potrà sembrare una pazzia..ma a noi queste pazzie piacciono,vero?!?! 😉

Annunci
Published in: on 29/03/2011 at 14:45  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://angolinodichiara.wordpress.com/2011/03/29/una-giornata-a-venezia/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: