PERSUASIONE. l’angolo di zia Jane.

Composto tra il 1816 e il 1817, “Persuasione” è l’ultimo romanzo completo della Austen, scritto poco prima dell’aggravarsi della malattia che la portò alla morte.Il titolo,che probabilmente non è stato scelto dall’autrice,è riferito alla persuasione che la protagonista Anne Elliot ha subito da parte della famiglia e dell’amica Lady Russel quando in giovane età rifiutò di sposare l’amato Frederick Wentworth perchè inferiore a lei di condizione.

Anne avrà dopo 7 lunghi anni una seconda occasione .Infatti,grazie a degli amici comuni rincontrerà Frederick che ora è diventato Capitano di marina e grazie alle guerre napoleoniche ha accumulato una consistenze ricchezza ,mentre al contrario a causa della sconsideratezza del padre,baronetto dal carattere eccentrico e vanesio,gli Elliot,devo badare con attenzione alle loro spese.

Anne è la secondogenita della famiglia e non è mai tenuta in gran considerazione dal padre e dalla sorella maggiore Elisabeth che ora è la padrona di casa ,dopo la morte della madre.Arrivata a 27 anni Anne ha anche perso un po’ della freschezza giovanile,ma mantiene una mente lucida e intelligente tipica della donna emancipata tanto cara alla Austen,ed ha buoni rapporti col vicinato soprattutto con la famiglia Musgrove,il cui figlio primogenito ha sposato la sorella minore di Anne,e con Lady Russell l’amica che per il suo bene la consigliò di non sposarsi con Frederick.

Anne ha la sua seconda occasione di essere felice. La sua trasformazione, la sua evoluzione interna è persino accompagnata da una rinascita fisica. La ragazza, all’inizio “ pallida e magra” comincia a riacquistare le attrattive di un tempo suscitando l’interesse e l’ammirazione di chi la circonda e quando la vita gli ripresenterà davanti il suo amato,Anne capisce di non averlo mai dimenticato e dopo lunghi tentativi riuscirà a superare l’ostilità e il risentimento dell’uomo,che invece era ancora pieno di rancore per essere stato abbandonato dalla ragazza.Ma anche lui,messo da parte il suo orgoglio,e riconquistato dal carattere di Anne,cederà e finalmente le dichiarerà con una splendida lettera tutto il suo amore,e nonostante il risentimento di essere stato respinto più di sette anni prima,le confessa che l’ha sempre amata.

Questa volta i due non si faranno fermare da nessun impedimento,e nessuno tutto sommato metterà loro i bastoni tra le ruote.Anche Lady Russell dovrà ricredersi sul conto del Capitano,che al tempo aveva giudicato “un giovane troppo impetuoso” ,stabilendo con lui un rapporto amichevole e ritenendosi felice per la scelta della sua pupilla.

Questo può essere considerato il romanzo della Austen con meno azione e avvenimenti,ma il più ricco di sentimento.E’ anche il romanzo in cui di più vediamo l’evoluzione sia fisica che caratteriale della protagonista.All’inizio come ho già detto Anne viene presentata come timida e insicura,ma nel corso degli anni il suo carattere è cambiato e dopo anni ,non si lascerà di nuovo persuadere da Lady Russell a scegliere un buon partito per un matrimonio d’interesse,quando un cugino degli Elliot si dichiara facendole la corte.Stavolta Anne opporrà un fermo rifiuto alla sua amica e soprattutto quando uscirà dalla sua cerchia familiare,frequentando altri luoghi e altre persone comincrà ad esprimere apertamente le sue emozioni e anche il suo aspetto risentirà dei benefici di questa trovata sicurezza . Per questo Persuasione è considerato  il romanzo che maggiormente mette in risalto, oltre all’aspetto caratteriale, anche l’aspetto fisico e infatti anche per quanto riguarda gli altri personaggi viene dato molto risalto al loro aspetto esteriore e i due protagonisti comunicano molto di più tramite sguardi, sorrisi e rossori anziché dialoghi come avviene in altri romanzi.

I temi del romanzo comunque sono quelli caratteristici della Austen;una pungente critica all’aristocrazia,l’emancipazione della donna,il matrimonio d’amore.

Io ho trovato questo romanzo meno brioso di O&P,ma comunque non noioso,e molto,ma molto romantico.Il che non è una critica,anzi.Quella tra Anne Elliott e il capitano Wentworth è una delle storie più belle che abbia letto,è la storia della seconda chance che offre la vita,è la storia dell’amore che dura nel tempo,da ambo le parti,è una storia intensa e toccante che sostituisce alla consueta salace ironia una sfumata malinconia intrisa di tenerezza,ma che come sempre ci lascia con il tanto anelato lieto fine.

Citazioni:

Accade talvolta che una donna sia più bella a 29 anni di quanto non sia stata dieci anni prima e,in genere, se non si sono verificate malattie o crucciquesta è un’età nella quale è difficile che il fascino sia andato perduto.

“In lei,tutti i primi effetti della grande sorpresa,opprimenti,accecanti, erano svaniti. Eppure,quante emozioni!!!Agitazione,dolore,piacere:qualcosa tra la gioia e il tormento.”

“Il privilegio che rivendico per il mio sesso(non è certo invidiabile,non c’è bisogno che lo agognate) è che sappiamo amare di più,anche quando l’esistenza ela speranza sono finite” (Anne Elliot al capitano Harville)

Non posso più ascoltare in silenzio. Devo parlare usando i mezzi che ho a disposizione in questo momento.Lei strazia la mia anima. Provo a un tempo agonia e speranza. Non mi dica che è troppo tardi, che quei preziosi sentimenti son per sempre svaniti. Mi offro nuovamente a lei col cuore che è suo ancor più di quando lo ha quasi spezzato otto anni e mezzo fa. Non osi più dire che gli uomini dimenticano prima delle donne, che l’amore di un uomo muore più rapidamente. Ho amato solo lei. Posso essere stato ingiusto, debole, schiavo di risentimenti, ma mai incostante.Lei sola mi ha indotto a venire a Bath. Penso solo a lei, per lei sola faccio progetti per l’avvenire. Non se n’è accorta? È possibile che non abbia compreso i miei desideri? Non avrei atteso neppure questi dieci giorni se solo avessi potuto leggere nei suoi sentimenti, come lei, penso abbia visto in fondo ai miei. Quasi non riesco a scrivere. Ogni istante sento qualcosa che mi soggioga. Lei abbassa la voce, ma io so distinguerne toni che altri non saprebbero cogliere. Creatura troppo buona, troppo eccelsa! Lei ci rende davvero giustizia. Lei crede veramente che gli uomini possano provare vero amore ed essere costanti. Mi creda, in me questi sentimenti sono i più fervidi, i più incrollabili.Devo andare senza conoscere il mio destino ma tornerò qui o vi seguirò non appena possibile. Una parola, uno sguardo saranno sufficienti a farmi entrare in casa di vostro padre questa sera o mai più.”F.W.
(Lettera del Capitano Wentworth ad Anne )

Annunci
Published in: on 13/03/2011 at 18:45  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://angolinodichiara.wordpress.com/2011/03/13/persusione-langolo-di-zia-jane/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: