Ritorno ai classici-Orgoglio e Pregiudizio;l’angolo di zia Jane.

“It is a truth universally acknowledged, that a single man in possession of a good fortune, must be in want of a wife”
(È verità universalmente riconosciuta che uno scapolo in possesso di un solido patrimonio debba essere in cerca di moglie).

 E’ così che inizia uno dei libri più famosi della letteratura mondiale.

Orgoglio e pregiudizio (Pride and Prejudice) è il capolavoro della scrittrice inglese Jane Austen.Il romanzo esce anonimo nel 1813 (le spese di stampa a carico della scrittrice) dopo essere stato rifiutato da un editore nel 1797 (la stesura finale è la rielaborazione del libro “First Impression”  che l’autrice aveva iniziato a scrivere in gioventù)e  si afferma subito come un grande successo. La società di allora viene messa sotto la lente di ingrandimento dalla Austen,i vari temi affrontati sono quelli che caratterizzavano la società inglese dell’800 :il matrimonio, i rapporti tra uomo e donna, il ruolo della donna, e la scrittrice non solo li descrie ma li analizza con tagliente ironia,mettendo anche alla berlina i rappresentanti della media e dell’alta borghesia, basti pensare a Lady De Bourgh e a Mr. Collins, che sono delle figure piuttosto comiche,oserei dire piuttosto prossime al grottesco.

RIASSUNTO

La storia è questa: la vita della famiglia Bennet,che vive in campagna ,viene turbata dall’arrivo del ricco Mr Bingley ,nella tenuta vicino alla loro.La signora Bennet,donna piuttosto sciocca e invadente,vede in questo evento una possibilità per maritare con un ottimo partito una delle sue 5 figlie femmine:Jane,la maggiore,bella e di carattere mite,Elisabeth ,non bellissima,ma molto affascinante e intelligente nonché la preferita di suo padre, Mary la terza figlia,priva di doti naturali che riversa tutto il suo tempo negli studi che però la rendono una persona pedante e saccente. e Kitty e Lydia,ben diverse dalle sorelle maggiori ,ma sciocche e vanesie come la madre,che non perdono occasione di mettere in imbarazzo la famiglia con la loro sconsideratezza(soprattuto Lydia).

L’occasione che la signora Bennet attendeva si manifesta ad un ballo del loro vicino il Signor Lucas dove parteciperà anche il signor Bingley con le sue sorelle e un suo caro amico il Signor Darcy.

La scintilla tra Bingley e Jane non tarderà a scoccare e a crescere in altre occasioni,come il ballo a Netherfield,la tenuta di Bingley,mentre Darcy verrà atratto da Elisabeth,ma la offenderà con la sua arroganza e superbia dicendo di lei che non è bella,ma appena passabile.

Le sorelle di Bingley e Darcy, offesi e disgustasti dai modi poco raffinati della signora Bennet, riescono a separare Bingley e Jane e tornano a Londra dopo poco tempo con grande sconforto di Jane e di sua madre che già vantava in giro il fidanzamento della figlia.

Altri avvenimenti si succedono nel frattempo e dopo:Elisabeth riceve una proposta di matrimonio dal pastore Mr Collins lontano parente che alla morte di Mr Bennet erediterà Longhbourn la loro casa,ma rifiuta rifuggendo la pochezza di spirito e d’animo del pastore,che poi sposerà Charlotte Lucas la scialba figlia dei vicini di casa  dei Bennet,amica di Lizzie.Nel frattempo conosce anche Mr Wickham,soldato del reggimento di stanza a Meriton,che ha dei trascorsi poco piacevole con Darcy e anche a causa dei suoi racconti Elisabeth si è fatta una cattiva impressione dell’uomo.

Dopo la partenza di Bingley,Jane viene invitata dagli zii a Londra dove spera di aver occasione di vedere Bingley,ma questo non avverrà sempre a causa delle sorelle di lui e di Darcy che non gli diranno che la ragazza è a Londra,mentre Lizzie va in visita alla sua amica Charlotte ora sposata.Il pastore Collins esercita la sua professione sotto la tutela di Lady Catherine De Bourgh,aristocratica signora che egli non smette mai di incensare.A casa di questa Lizzie incontrerà di nuovo Darcy che è il nipote della donna. E qui che Darcy dichiarerà il suo amore ad Elisabeth,confessandole di amarla pur contro tutte le convenzioni che non vorrebbero mai uno della sua classe imparentarsi con gente del ceto di Elisabeth e criticando i comportamenti sconvenienti della sua famiglia.Elisabeth  rimane colpita ,ma rifiuta la corte di Darcy  offesa dalle sue parole e accusandolo di essere la causa dell’infelicità di Jane e di Wickham.
A quel punto Darcy,prima di partire dalla casa di sua zia scrive una lettera ad Elisabeth in cui ammette di aver avuto buona parte nell’allontanamento di Bingley da Jane,per i motivi già detti,e in cui svela ad Elisabeth la doppiezza di Wickham,uomo senza ritegno che aveva sperperato tutta la rendita lasciatagli dal padre di Darcy,suo tutore,e aveva cercato di compromettere Giorgiana Darcy sorella minore del nostro,delal quale lui si prende cura come un padre.

Eliabeth potrà confutare le parole dell’uomo grazie anche ad un altro cugino ,il colonnello Fritzwilliam che è a conoscenza di tutta la storia.

Venuta così a sapere la verità su Wickham,Lizzie al suo ritorno a casa lo tratterà con maggior freddezza e nel frattempo colpita da tutto ciò che era successo con Darcy inizia a mutare opinione su di lui.Dopo alcune settimane trascorse a Longbourn, Lizzy, con l’intento di distrarsi dai sui pensieri per Darcy, riparte con gli zii londinesi per un viaggio di piacere nel Derbyshire, durante il quale si trovano vicino a Pemberley, l’abitazione di Darcy. Convinta che il legittimo padrone non sia in casa, Elizabeth acconsente con grande interesse a visitare la tenuta. Durante la visita incontra però proprio il signor Darcy, rientrato prima del tempo. Darcy è sorpreso, Elizabeth imbarazzata. Tuttavia nota che i modi di lui sono molto mutati, sembra essere socievole e gentile. Le fa conoscere sua sorella e la invita a cena con i signori Gardiner, gli zii di Elizabeth, nonostante durante la sua dichiarazione avesse espresso grandi riserve sulle origini umili della sua famiglia. Però, prima che Elizabeth e i Gardiner possano recarsi a cena, Elizabeth viene raggiunta da una pessima notizia: Lydia, che era in vacanza, ospite del colonnello Forster e sua moglie a Brighton(vacanza a cui Elisabeth aveva anche cercato di opporsi) è scappata con Wickham, che pare non abbia intenzione di sposarla. Elizabeth rientra a Longbourn di fretta, scusandosi con Darcy e spiegando l’accaduto.

Dopo giorni di ricerce di Lydia e Wickham  la situazione scandalosa  viene messa a tacere con un matrimonio di convenienza,.Qualche tempo più tardi, Elizabeth viene a sapere da Lydia, e poi da sua zia Gardiner, che il signor Darcy è l’artefice del matrimonio. La zia la informa infatti che Wickham è stato profumatamente pagato per sposare Lydia.Elisabeth è estremamente grata a Darcy ,ma oltre alla gratitudine sente di provare molto di più per lui.Nel frattempo Darcy e Bingley tornano a Longhbourn ,dopo che Darcy chiarisce anche con Bingley tutto ciò che era accaduto,e Bingley si dichiara a Jane che accetta la sua proposta.Darcy però non osa riprorsi a Lizzie.Elizabeth però viene sorpresa da una visita improvvisa di Lady Catherine De Bourgh. La protettrice dei Collins,alla quale son giunte dele voci,vuole sapere se si è promessa al nipote e le chiede di promettere solennemente che mai si congiungerà in matrimonio con il signor Darcy in quanto aspira ad un matrimonio del nipote con sua figlia.Elizabeth rifiuta di promettere alcunché.Darcy, che viene a sapere dell’accaduto, comprende che Elizabeth nutre qualcosa di nuovo per lui.Il giorno successivo Darcy, in visita con l’amico Bingley presso i Bennet, si ripropone a Elizabeth che accetta con piacere, mostrandosi più innamorata che mai.

Finalmente le due coppie si sposano e così si conclude il libro.

 La Austen con questo libro ci ha lasciato uno dei più alti capolavori della sua scrittura.

Scrittura schietta e sagace,con la quale ci descrive i vizi e le virtù dell’epoca ,e ci regala delle figure che sono rimaste indelebili nella storia della letteratura e nella mente dei lettori.

Lizzie ,fanciulla  intelligente e con la battuta sempre pronta,in cui la Austen mette senza dubbio molto di se stessa,che non si piega alla convenienza della società rifiutando prima il matrimonio con Collins,poi opponendosi con fermezza a Lady Catherine;il signor Darcy,uomo che appare arrogante e superbo a causa della sua elevata condizione,ma che rivela un carattere amabile quando si viene a sapere con quale amore si prende cura della sorella,e che per amore di Elisabeth cambia il suo modo di essere rivelandosi  gentile e con un elevato senso morale,un uomo che ha fatto battere milioni di cuori,e che spesso mi chiedo possa esistere in realtà(forse a quei tempi ce n’erano,ma al giorno d’oggi ci credo poco).E poi tutti gli altri,come ho già detto all’inizio anche quelle figure comico\grottesche quali possono esserela signora Bennet,Mr Collins ecc.

Un libro che si legge tutto d’un fiato,un ritratto come ho già detto della società ,ma anche dei luoghi della campagna inglese,che vengono descritti in maniera eccellente;dialoghi vivaci e intelligenti che rimangono impressi(molte delle massime del libro per me sono vera e propria Bibbia ed esempi di comportamenti da seguire nella vita).

Il successo del libro,eterno e immortale, è stato però in questi ultimi anni  incrementato dalla versione cinematografica del 2005 con Keyra Nightley ,bravissima nel ruolo di Lizzie,ma le versioni televisive e cinematografiche sono innumerevoli( e questa a mio parere non è delle migliori) .Qui mi limito a citare quella degli anni 40 con uno splendido Laurence Olivier e una simpatica Greer Garson,però piuttosto anacronistica dal punto di vista dei costumi,e quella televisiva del 1995 con un Colin Firth che sembra essere proprio il signor Darcy uscito dalle pagine del libro.A chi vuole avvicinarsi a questa storia io consiglio sempre questa versione…ma ovviamente prima di tutto bisogna leggere IL LIBRO!!!

Annunci
Published in: on 23/02/2011 at 17:15  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://angolinodichiara.wordpress.com/2011/02/23/ritorno-ai-classici-orgoglio-e-pregiudiziolangolo-di-zia-jane/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: