Una giornata al Castello di Fumone.

Finalmente!No dico finalmente perchè sono anni che cerco di convincere gli amici a fare una gita a sto benedetto paesino in provincia di Frosinone,a soli 80 km da Roma,per visitare il castello con annesso borgo medievale  passare una giornata “fori porta”.Proposte sempre cadute nel vuoto,ma finalmente con due amiche,abbiamo organizzato la gita tanto agognata.Innanzi tutto c’è da dire che non abbiamo scelto certo la giornata adatta perchè non ha smesso per un attimo di piovere,e se questo da una parte ci ha un po’ penalizzato nel visitare il paese(tra l’altro faceva anche un discreto freddino Perplesso) dall’altra ha dato alla giornata quella patina di grigiore e tetro che ben si adatta alle storie di fantasmi.E così fin dall’inizio sotto la pioggia e attraversando una fitta nebbia le battute e i paragoni tra la nostra avventura che stava iniziando e le avventure dei fratelli Winchester si sono sprecate,perchè siamo delle vere pazzerelle(lo ammetto io sono talmente fifona che non avrei neanche la metà del coraggio di Dean e Sam ad affrontare certe cose se mi capitassero davanti.ihih).La prima chicca della giornata da ricordare è stata quella di Laura:”Ecco qui c’è il parcheggio del castello.Ah no è il cimitero” e io dietro che non mi ero resa conto del posto che dico “Ah siamo arrivate faccio una foto..ah no se è il cimitero no”Linguaccia Poi l’incontro su una stradina un po’ isolata con un vecchietto in macchina al quale chiediamo se era quella la strada giusta(ovviamente no) e lui che ci da le spiegazioni,non molto chiaramente a dir la verità,poi ci dice:”Dovete seguire la strada con l’asfalto” Deluso Ma perchè quella dove eravamo non era asfaltata?mah.Infine finalmente sulla strada giusta un operaio con l’impermeabilino giallo e la cariola,a cui chiediamo se eravamo arrivate e lui: “Si si su c’è il parcheggio..se trovate posto” e che diamine mica ci sarà la ressa co sto tempo da lupi!!!poi la battuta tipica:”ora vediamo la cariola che cammina da sola”ihih oddio guardiamo troppi film horror abbiamo il cervello fuso.ihih

Insomma finalmente dopo neanche un’oretta e mezza di viaggio arriviamo e ci avviamo verso il castello superando la porta principale del paese.Il borghetto fa già un effetto di per se meraviglioso,conservato benissimo e soprattutto molto pulito.La visita sarà duata una mezz’ora-quaranta minuti,prima di tutto abbiamo visitato i giardini pensili,un’opera veramente spettacolare,da cui si domina l’intera Ciociaria,peccato non aver potuto godera della vista della valle circostante e di tutti i paesi.Mentre eravamo lì nei giardini intente a guardare il paese e a dire”Quella è la chiesa”  din don dan!!!ihih il suono delle campane ci fa quasi prendere un colpo.Rientriamo nel castello e visitiamo le sale.Il castello è ricco di storia,nasce in epoca antica come fortezza e sulla sua sommità ,dalle torri di guardia ormai non più presenti si accendevano i fuochi di avvertimento per i paesi circostanti in caso di pericolo e di invasioni.Da qui il nome di Fumone proprio a causa di questi fuochi che appunto “fumavano” sulla sua sommità.Il castello è inoltre noto per essere stato la prigione e il luogo della morte di Pietro da Morrone colui che divenne papa col nome di Celestino V,il cui papato durò solo pochi mesi perchè essendo un uomo semplice e non avvezzo agli intrighi della corte pontificia preferì abdicare.Il suo successore Bonifacio VIII per paura che comunque qualcuno potesse servirsi di Pietro e della sua figura per osteggiare il suo pontificato lo fece catturare e rinchiudere in una cella minuscula dove il poveretto passò gli ultimi 10 mesi della sua vita.

Nella rocca e’ tuttora sepolto, dopo otto secoli, l’ “antipapa”  francese Gregorio VIII. Si chiamava Maurizio Bordino e fu opposto man mano ai pontefici Pasquale II, Gelasio II e Callisto II. Da quest’ultimo fu definitivamente sconfitto e poi condotto come prigioniero, nel 1124, alla Rocca di Fumone, dove avrebbe atteso il trapasso nell’indifferenza dei più.Durante la visita abbiamo visto sia la prigione di celestino e anche una lapide incastonata in un muro,in ricordo dell’antipapa,e si dice che probabilmente sia sepolto proprio li dietro.Inoltre abbiamo visitato anche la sala da pranzo con enorme caminetto dove tutt’oggi si tengono banchetti e ricevimenti e altre stanze che comunque sono stanze private che vengono utilizzate dagli ultimi eredi dei marchesi Longhi De paolis.In queste stanze campeggiano stemmi e quadri dei vari proprietari del castello più o meno recenti.Di grande impatto emotivo è l’archivio del castello nel quale troviamo in un mobiletto fatto fare appositamente dalla madre,la “tomba” del marchesino Francesco Longhi morto a soli tre,avvelenato dalle 7 sorelle maggiori che non volevano che l’eredità andasse tutta al loro fratellino ,unico maschio nato dopo molti anni e quindi unico erede.Si dice che la madre ,impazzì di dolore dopo la morte del figlio e volle conservare il suo corpo imbalsamato per sempre accanto a lei lì nel castello.Ricordiamo anche il “Pozzo delle Vergini”. In origine probabilmente situato all’aperto, questo pozzetto stretto e profondissimo è storicamente legato alla pratica dello Jus primae noctis, diffusa nel Medioevo nei borghi di campagna e rivendicata a Fumone da uno degli antichi proprietari del castello: come è noto, sulla base di questo diritto, le donne appena spostate dovevano giacere la loro prima notte di nozze con il signore del posto; e, quel che più contava, dovevano giungervi vergini, pena la morte o qualche orripilante tortura. A Fumone il castigo previsto per le inadempienti era veramente perentorio: le povere disgraziate che erano scoperte “impure” dal loro “nobile” aguzzino venivano immediatamente e senza pietà gettate nel suddetto pozzo.

Intorno alla figura della Marchesa Longhi,il suo bambino ,le povere malcapitate,e tutti i poveretti che finirono i loro giorni nelle prigioni della fortezza  si snodano le varie leggende di fantasmi che circondano il castello.A detta della  guida i proprietari dicono di sentire dei lamenti e delle cose strane.Io mi sono offerta di restare li per la notte(gratuitamente ovvio)per provare se è vero,ma a pensarci bene come dicevo prima non mi piacerebbe incontrare un fantasma.A bocca aperta

Finita la visita al castello,che mi è piaciuto tantissimo,ci siamo fermate un po’ al bar del paese,molto carino,dove Laura e Marghe si sono prese una cioccolata alla fragola.Dopodichè abbiamo fatto il giro del paese,sotto una pioggerellina fastidiosa e un freddo pungente(tanto e vero che Margherita ad un certo punto ci ha abbandonato per andare in macchina a scaldarsi).Un giro veloce per le suggestive vie del paese che comunque mi piacerebbe rivedere in una giornata di sole.

Finito il giro turistico ci siamo messe in macchina  a mangiare ,tra le nostre solite battute sceme e pazze,rischiando di strozzarci a più riprese,mentre la pioggia accellerava sempre più.Infine abbiamo deciso di riprendere la strada del ritorno,ma prima siamo passate al lago di Canterano che offriva un paesaggio molto suggestivo.Volevamo provare ad andare ad Anagni,ma la pioggia ci ha dissuaso.

Il viaggio di ritorno è stato altrettanto divertente di quello dell’andata,anche se per un pezzo mi sono addormentata,visto che ieri sera mi ero addormentata all’1,svegliata alle 5 e riaddormentata verso le 6 per poi svegliarmi di corsa alle 8.30 mezz’ora prima dell’orario convenuto per la partenza.

Un po’ stanca ,ma veramente soddisfatta e felice per la giornata appena trascorsa,non bella dal punto di vista meteo,ma bellissima per l’atmosfera e la compagnia di viaggio..con la promessa di tornare di nuovo anche per fare una visitina ad Anagni,vi saluto.arrivederci alla prossima.

 

Annunci
Published in: on 15/05/2010 at 19:55  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://angolinodichiara.wordpress.com/2010/05/15/una-giornata-al-castello-di-fumone/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: